Sicurezza L.AND S.

Passa a versione desktop Registrati Login

MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

Lunedì, 13 Ottobre 2014 12:46

VALUTAZIONE DEI RISCHI

 

  • Analisi di tutte le fasi di movimentazione manuale dei carichi per tutti i lavoratori esposti al rischio (sollevamento, tiro e spinta)
  • Valutazione e calcolo del rischio
  • Individuazione delle misure di preventione da intraprendere
  • Elaborazione del Documento Tecnico di Valutazione dei rischi da Movimentazione Manuale dei Carichi

 

SPETTACOLO E MANIFESTAZIONI FIERISTICHE

Mercoledì, 27 Agosto 2014 15:27

“Tutela degli operatori”

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero della Salute, considerate le particolari esigenze connesse allo svolgimento delle attività di lavoro tipiche degli spettacoli musicali, cinematografici, teatrali e delle manifestazioni fieristiche, ha fornito specifiche indicazioni per la tutela della salute e sicurezza degli operatori addetti a suddette attività.

Verifiche impianti

Giovedì, 10 Luglio 2014 13:14

Il d.P.R. 462/01 semplifica i procedimenti di denuncia e verifica per installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, dispositivi di messa a terra degli impianti elettrici e impianti elettrici pericolosi. Inoltre il d.P.R. 462/01 obbliga il datore di lavoro di richiedere e far effettuare le verifiche periodiche degli impianti.

 


 

SOGGETTI INTERESSATI

Tutti i datori di lavoro che hanno anche solo un lavoratore, come definito dall'art. 2, c. 1, lett. a), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., hanno l’obbligo di far eseguire la verifica periodica dell’impianto elettrico di messa a terra e dell’impianto di protezione contro le scariche atmosferiche.

 

PERIODICITA' DELLE VERIFICHE

Il datore di lavoro ha l’obbligo di far eseguire la verifica periodica degli impianti di messa a terra e/o dell’impianto di protezione contro le scariche atmosferiche ogni:

 

  • 2 ANNI
  • locali ad uso medico quali: ospedali, ambulatori medici, studi medici, centri estetici, attività dove si usano appartecchiature elettromedicali
  • cantieri edili
  • luoghi ad alto rischio incendio
  • luoghi con pericolo di esplosione

 

  • 5 ANNI
  • impianti installati in locali differenti da quelli sopra elencati

 

OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO

  • Denuncia dell’impianto di messa a terra, delll’impianto di protezione contro le scariche atmosferiche e dell’impianto in luoghi di lavoro con pericolo di esplosione inviando una copia della dichiarazione di conformità (completa di tutti gli allegati obbligatori) all’INAIL e all’ASL/ARPA competente per territorio
  • Effettuare regolare manutenzione degli impianti
  • Richiedere e far effettuare la verifica dell'impianto di messa a terra e delle scariche atmosferiche da Organismi abilitati

 

IL SERVIZIO

Il nostro studio, in collaborazione con un Organismo di Ispezione di tipo “A” abilitato dal Ministero dello Sviluppo Economico con d.m. 08/09/2010, fornisce ispezioni e verifiche periodiche su:

  • Installazione e Dispositivi contro le scariche atmosferiche
  • Impianti di Messa a Terra alimentati sino a 1.000 Volt
  • Impianti di Messa a Terra alimentati oltre i 1.000 Volt

 

Per ricevere un preventivo gratuito chiama lo 080 5560000 o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Iscrizione corsi "Modulo on-line"

Martedì, 17 Giugno 2014 12:30

selectype

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lavoratori - Formazione generale

Mercoledì, 21 Maggio 2014 13:12

 fad

 

 

 

 

 

definizione

Il lavoratore è la persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell‘organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell’ente stesso; l’associato in partecipazione di cui all’articolo 2549, e seguenti del codice civile; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all’articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione; i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile; il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. a), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso di formazione generale per Lavoratori permette di acquisire le competenze base in materia di salute e sicurezza sul lavoro conformemente alle disposizioni normative vigenti

Nota: Il corso di formazione generale non eseonera il Datore di Lavoro dall'obbligo di garantire ai propri lavoratori una formazione specifica sui rischi presenti in azienda e adeguata al livello di rischio di appartenenza dell'attività

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

suddivisione del corso

Il corso è costituito da un unico modulo idoneo per tutti i livelli di rischio:

 

FORMAZIONE GENERALE

  • Concetti di rischio
  • Danno
  • Prevenzione
  • Protezione
  • Organizzazione della prevenzione aziendale
  • Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali
  • Organi di vigilanza e controllo

 

Durata del corso

  • 4 ore

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Stato del corso

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 24/24 h)

 

Durata massima del corso

60 gg.

 

Costo

  • € 80,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

FORMAZIONE GENERALE LAVORATORI€ 70,00 IVA INCLUSAanziché € 80,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi e-learning

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immagine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RISCHIO BIOLOGICO

Martedì, 25 Marzo 2014 16:47

“Ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario”

E' stata recepita la direttiva n. 2010/32/UE riguardante la prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario, in attuazione dell'accordo quadro concluso da HOSEEM e FSEPS.

MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE

Martedì, 04 Marzo 2014 13:06

“Procedure semplificate per le piccole e medie imprese”

Sono state recepite le “Procedure semplificate per l’adozione dei modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI)”, ai sensi dell’art. 30, c. 5-bis, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

 fadcercsp fad

 

 

 

 

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato conformemente ai requisiti minimi richiesti dall'Allegato XIV del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

requisiti per l'esercizio della professione

Il Coordinatore per la Progettazione e il Coordinatore per l'Esecuzione dei lavori devono avere essere in possesso di uno dei seguenti requisiti, ai sensi dell'art. 98 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.:

- laurea magistrale o specialistica conseguita in una delle seguenti classi: Architettura; Ingegneria; Scienze e tecnologie forestali; Scienze e tecnologie geologiche, ovvero corrispondente diploma di laurea ai sensi del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca in data 5 maggio 2004, pubblicato nella G.U. n. 196 del 21 agosto 2004, nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l'espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno un anno

- laurea conseguita nelle seguenti classi: Ingegneria Civile e Ambientale; Ingegneria dell'Informazione; Ingegneria Industriale; Scienze dell'Architettura; Scienze e Tecniche dell'Edilizia, nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l'espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno due anni

- diploma di geometra o perito indutriale o perito agrario o agrotecnico, nonché attestazione, da parte di datori di lavoro o committenti, comprovante l'espletamento di attività lavorativa nel settore delle costruzioni per almeno tre anni

I succitati soggetti, inoltre, devono essere in possesso di attestato di frequenza, con verifica dell'apprendimento finale, a specifico corso in materia di sicurezza organizzato dalle regioni, mediante le strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione e della formazione professionale, o, in via alternativa, dall'ISPESL, dall'INAIL, dall'Istituto italiano di medicina sociale, dagli ordini o collegi professionali, dalle università, dalle associazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori o dagli organismi paritetici istituiti nel settore dell'edilizia

Ferme restando l’obbligo di aggiornamento di cui all’Allegato XIV, sono fatti salvi gli attestati rilasciati nel rispetto della previgente normativa a conclusione di corsi avviati prima della data di entrata in vigore del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

finalita' del corso

Il corso permette di mantenere la qualifica di Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione (CSP) e Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione (CSE) e di poterne ricoprire il ruolo, in ottemperanza del Titolo IV, art. 98, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

Durata del corso

  • 40 ore

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Stato del corso

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 24/24 h)

 

Durata massima del corso

60 giorni

 

Costo

  • € 300,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

AGGIORNAMENTO CSP/CSE€ 280,00 IVA INCLUSAanziché € 300,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' del corso e-learning

Il corso di aggiornamento per Coordinatore della Sicurezza in modalità e-learning è valido e riconosciuto in tutto il territorio nazionale con esclusione della sola regione Sicilia, ai sensi del punto 4 del decreto n.  1619 del 08.08.2012

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, nonché dall'associazione sindacale datoriale CONFLAVORO P.M.I.

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

1. Il Cliente, in qualità di società o ditta individuale o libero professionista o persona fisica, iscrivendosi ad uno dei corsi di formazione erogato dal Centro di Formazione Paritetico Territoriale n. EB00F138 del Dott. Vittorio Sasso, denominato di seguito per brevità CFPT, ovvero selezionando uno dei corsi in modalità d’Aula, Blended (E-learning e d'Aula), FAD (E-learning) attraverso il modulo on-line, di cui nel portale sicurezzalands.it, accetta i termini e le condizioni stabilite nel presente contratto.

2. Il Cliente, iscrivendosi ad uno dei corsi di formazione attraverso il modulo on-line, è consapevole che le quote di iscrizione relative ai corsi di formazione, onnicomprensive di oneri contributivi e fiscali, di cui tra caporali («…») nella sezione SELEZIONA UN CORSO del predetto modulo, sono fedeli e coerenti a quelle indicate nelle pagine specifiche del portale sicurezzalands.it nella sezione CORSI.

3. I corsi di formazione e le relative quote di iscrizione, di cui nella succitata clausola 2, sono parte essenziale e vincolante del presente contratto.

4. Il Cliente deve corrispondere al CFPT l'intera quota di iscrizione relativa al corso scelto contestualmente all'iscrizione effettuata attraverso il modulo on-line secondo i modi di cui nella successiva clausola 5, in rigorosa conformità a quanto indicato nella clausola 2 che precede.

5. Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente a mezzo bonifico bancario, escludendosi qualsiasi altra forma di pagamento, da intestare a Sasso Vittorio Banco di Napoli S.p.A. Filiale n. 05041 – Bari – IBAN: IT 31 L 01010 67684 510204358991.

6. L'attestazione di avvenuto pagamento deve essere inviata obbligatoriamente in formato elettronico e unitamente alla richieste effettuata attraverso il modulo on-line, conformemente a quanto richiesto nella sezione "PAGAMENTO" del medesimo modulo.

7. Il CFPT non erogherà il servizio al Cliente in caso di inosservanza delle succitate clausole 3, 4, 5 e 6, senza che quest'ultimo possa avanzare pretese nei confronti del CFPT.

8. Condizioni di utilizzo della piattaforma informatica per i corsi in modalità Blended (E-learning e d'Aula) e FAD (E-learning). Il CFPT concede al Cliente, che accetta, l’utilizzo della piattaforma informatica per ricevere la formazione richiesta a condizione che quest’ultimo concluda tutti i moduli previsti, nonché il test di verifica finale, entro un periodo massimo perentorio di 90 (novanta) giorni da valersi dal momento della richiesta effettuata attraverso il modulo on-line.

9. In caso di inosservanza della succitata clausola 8, il Cliente dovrà corrispondere al CFPT, a titolo di penale, una somma pari a € 50,00 (Euro cinquanta/00), onnicomprensiva di oneri contributivi e fiscali, pena il mancato conseguimento dell’attestato, da corrispondere nei modi di cui alla succitata clausola 5.

10. A formazione E-learning conclusa, nei casi di cui alla clausola 9, il CFPT invierà al Cliente fattura pro-forma indicante l’importo da corrispondere

11. Il CFPT, decorse 24 (ventiquattro) ore dalla ricezione della richiesta di iscrizione effettuata attraverso il modulo on-line, invierà al Cliente tutte le informazione necessarie, al fine di erogare la formazione richiesta.

12. Il Cliente può recedere dal presente contratto entro 72 (settantadue) ore dalla richiesta di iscrizione effettuata attraverso il modulo on-line dandone comunicazione a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata) da inviare all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o a mezzo fax al n. 080 5560000, senza alcuna penalità.

13. In caso di richiesta di recesso di cui nella clausola 12 che precede, il CFPT restituirà al Cliente l'intera somma versata, coerentemente al corso selezionato dal Cliente di cui nel modulo on-line.

14. In caso di rinuncia di partecipazione al corso o comunque di comunicazione di rinuncia pervenuta non conformemente a quanto stabilito nella succitata clausola 12, la quota versata dal Cliente non sarà restituita e sarà dunque trattenuta a titolo di penale.

15. Trattamento dei dati personali. Il trattamento dei dati indicati nel modulo on-line avviene conformemente al d.lgs. 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali". I dati conferiti nella sezione "ISCRIZIONE CORSI ON-LINE" saranno utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità collegate modulo informatico stesso e non saranno in alcun modo inserite in archivi elettronici o cartacei. I dati saranno distrutti non appena si renderanno non necessari. Ai sensi dell'art. 8 del d.lgs. n. 196/03, il titolare del trattamento dei dati è L. AND S. del Dott. Vittorio Sasso contattabile ai seguenti recapiti: Via Giuseppe Capruzzi n. 240, 70124 Bari – tel./fax 080.5560000.

16. Foro competente. Il presente contratto è regolato dalla legge italiana e qualsiasi controversia insorgente in relazione ad esso sarà di esclusiva competenza del foro di Bari, con esclusione di qualsiasi altro Foro.

1. Il Cliente, valutato il servizio offerto dallo Studio di consulenza aziendale L. AND S. del Dott. Vittorio Sasso, inviando la propria richiesta di elaborazione del DVR (Documento di Valutazione dei Rischi) attraverso il modulo on-line, di cui nel portale sicurezzalands.it, accetta i termini e le condizioni stabilite nel presente contratto.

2. Il prezzo del servizio, onnicompresivo di oneri contributivi e fiscali, è pari a € 260,00 (Euro duecentosessanta/00) da corrispondere contestualmente alla richiesta effettuata attraverso il modulo on-line secondo i modi di cui alla successiva clausola 3.

3. Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente a mezzo bonifico bancario, escludendosi qualsiasi altra forma di pagamento, da intestare a Sasso Vittorio Banco di Napoli S.p.A. Filiale n. 05041 – Bari – IBAN: IT 31 L 01010 67684 510204358991.

4. L'attestazione di avvenuto pagamento deve essere inviata obbligatoriamente in formato elettronico e unitamente alla richieste effettuata attraverso il modulo on-line, conformemente a quanto richiesto nella sezione "PAGAMENTO" del medesimo modulo.

5. Lo Studio L. AND S. non erogherà il servizio al Cliente in caso di inosservanza delle succitate clausole 2, 3 e 4, senza che quest'ultimo possa avanzare pretese nei confronti dello Studio L. AND S..

6. Il Cliente può recedere dal presente contratto entro 48 (quarantotto) ore dalla richiesta di elaborazione del DVR effettuata attraverso il modulo on-line dandone comunicazione a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata) da inviare all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o a mezzo fax al n. 080 5560000, senza alcuna penalità.

7. In caso di richiesta di recesso di cui alla clausola 6 che precede, lo Studio L. AND S. restituirà al Cliente l'intera somma versata di cui nella succitata clausola 2.

8. Lo Studio L. AND S. si impegna nei confronti del Cliente ad erogare il servizio richiesto in tempi adeguati alle esigenze del Cliente e comunque non oltre 5 (cinque) giorni lavorativi successivi alla data di attivazione del servizio on-line.

9. Trattamento dei propri dati personali. Il trattamento dei dati indicati nel modulo on-line avviene conformemente al d.lgs. 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali". I dati conferiti nella sezione "DVR ON-LINE" saranno utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità collegate modulo informatico stesso e non saranno in alcun modo inserite in archivi elettronici o cartacei. I dati saranno distrutti non appena si renderanno non necessari. Ai sensi dell'art. 8 del d.lgs. n. 196/03, il titolare del trattamento dei dati è L. AND S. del Dott. Vittorio Sasso contattabile ai seguenti recapiti: Via Giuseppe Capruzzi n. 240, 70124 Bari – tel./fax 080.5560000.

DVR on-line

Mercoledì, 30 Ottobre 2013 12:39

DESCRIZIONE

  • Con questo servizio potrai ricevere in pochi giorni lavorativi il tuo DVR personalizzato ed altamente professionale ad un prezzo basso e irripetibile.

 

COME FUNZIONA?

  • Clicca sull'immagine che trovi in fondo alla pagina ↓your commercecompila il form, effettua il pagamento e riceverai il tuo DVR pronto per la firma.

 

QUANTI TIPI DI ATTIVITA' CI SONO NEL MODULO ON-LINE?

  • La scelta è ampia e variegata. Individuare la tua attività tra più di 120 attività disponibili sarà semplice, veloce e intuitivo!

 

LA MIA ATTIVITA' NON E' RICOMPRESA. CHE FACCIO?

  • Non preoccuparti, puoi attivare comunque il servizio! Devi solo descriverci la tua attività nello spazio dedicato che troverai nel form.

 

QUANTO COSTA IL SERVIZIO?

  • € 260,00 (IVA inclusa)

 

IN CHE MODO MI VIENE CONSEGNATO IL DOCUMENTO?

  • Il Documento ti sarà consegnato o in formato elettronico (.PDF) o in formato cartaceo (stampato e rilegato) attraverso corriere espresso. Sei tu a decidere!

 

QUALI SONO I TEMPI DI CONSEGNA DEL DOCUMENTO?

  • 5 giorni lavorativi!

 

COME FACCIO A SAPERE CHE IL DOCUMENTO SARA' COMPILATO CORRETTAMENTE?

  • Un nostro consulente ti chiamerà per chiederti alcuni dettagli necessari per la corretta elaborazione del Documento.

 

QUALI MODALITA' DI PAGAMENTO SONO AMMESSE?

  • Eslusivamente attraverso Bonifico Bancario!

 

QUANDO DEVO PAGARE?

  • Contestualmente alla sottoscrizione del modulo on-line!

 

LA RICHIESTA ON-LINE PUO' ESSERE SALVATA E RIPRESA IN UN SECONDO MOMENTO?

  • No! Prima di procedere ricorda di effettuare il pagamento. Durante la compilazione del form ti sarà chiesto di allegare la relativa attestazione.

 

QUALI DATI MI SARANNO CHIESTI NEL FORM?

  • Il form è composto da 4 sezioni che devi compilare obbligatoriamente:

1TIPO DI ATTIVITA': Seleziona la tua attività tra più di 120 disponibili

2DATI GENERALI DELL'AZIENDA: Ragione Sociale, P. IVA, Indirizzo

3FIGURE AZIENDALI PER LA SICUREZZA: Nominativi

4PAGAMENTO: Allegata l'attestazione di avvenuto pagamento

 

Domande frequenti

Giovedì, 26 Settembre 2013 16:24

QUALI SONO I REQUISITI MINIMI PER VISUALIZZARE CORRETTAMENTE I CORSI SULLA PIATTAFORMA E-LEARNING?

  • Installare l'ultima versione di Flash player
  • Avere attivo JavaScript (attivo di default su tutti i browser)
  • Aggiornare all'utlima versione il proprio browser (Mozilla Firefox, Google Chrome, Internet Explorer, Opera, ecc.)
  • Avere installato correttamente tutti i driver del proprio PC in particolar modo i driver della scheda audio e video

 

COSA DEVO FARE PER ISCRIVERMI AD UN CORSO E-LEARNING?

  • Scarica la "scheda di iscrizione" che trovi in fondo alla pagina del corso e-learning che ti interessa. Compilala in ogni sua parte e rinvia a mezzo e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . o tramite fax al n. 080 5560000
  • Attraverso il modulo on-line ad un prezzo irripetibile (apri il form)

 

DOVE PRENDO LE MIE CREDENZIALI DI ACCESSO ALLA PIATTAFORMA?

  • Le credenziali di accesso alla piattaforma (Username e Password) ti saranno inviate entro 24h dal momento dell'iscrizione tramite e-mail.

 

QUANDO E QUANTE VOLTE POSSO ACCEDERE ALLA PIATTAFORMA?

  • Puoi accedere a qualsiasi ora del giorno per un numero illimitato di volte....la piattaforma è attiva 24/24h!!!

 

QUANTO TEMPO HO A DISPOSIZIONE PER TERMINARE IL CORSO?

  • Dal momento dell'iscrizione al corso hai a disposizione 60 giorni (90 per iscirizioni on-line)

 

SE NON FINISCO IL CORSO ENTRO IL TERMINE STABILITO CHE COSA SUCCEDE?

  • Sarà applicata una penale pari a € 50,00 da corrispondere al termine del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

IN COSA CONSISTE L'ESAME FINALE? QUANTO DURA?

  • L'esame finale consiste in un test a risposta multipla composto da 10 domande
  • Il tempo assegnato per lo svolgimento dell'esame è di 15:00 minuti

 

POSSO SALVARE L'ESAME PER POI RIPRENDERLO SUCCESSIVAMENTE?

  • No! Dal momento in cui sbocchi l'esame devi rispondere a tutte le domande entro il tempo previsto

 

POSSO MODIFICARE UNA RISPOSTA DOPO AVERLA DATA?

  • Si!

 

QUANTE VOLTE POSSO FARE IL TEST FINALE?

  • Il test finale può essere ripetuto per 2 volte consecutive.
  • Se non passi il test la 2° volta sarai termporaneamente sospeso per 24 ore per poi essere riattivato e poter tentare il test alte 2 volte.
  • Questa procedura si può ripetere più volte fino a quando non superi il test!

 

QUANTE VOLTE POSSO RIVEDERE UNA LEZIONE?

  • Quante volte ritieni necessario senza alcuna limitazione.

 

I CONTENUTI DEI CORSI SI POSSONO SCARICARE?

  • Il materiale didattico può essere scaricato sul proprio computer in formato .pdf per permetterti di ripetere e consultare quanto appreso nel percorso formativo.

 

SE MI TROVO IN DOFFICOLTA' DURANTE IL CORSO CHI MI PUO' AIUTARE?

  • Nell'area didattica virtuale hai sempre a disposizione un Tutor "E-Tutor" che ti aiuterà durante il tuo percorso di studio.

 

COME POSSO AVERE ASSISTENZA DALL'E-TUTOR?

  • On-line attraverso chat.

 

SONO SOLO NELL'AREA VIRTUALE?

  • Assolutamente no! I corsisti hanno a disposizione una messaggistica privata dove possono comunicare ed interagire tra di loro e con i docenti. Inoltre, è presente un forum dove poter commentare e condividere la propria esperienza formativa.

 

IL MIO PERCORSO FORMATIVO E' TRACCIABILE?

  • Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo corsista rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche degli organi di vigilanza.

 

L'ATTESTATO RILASCIATO E' VALIDO?

  • Tutti gli attestati rilasciati dal nostro CFPT sono validi e riconosciuti su tutto il territorio nazionale.
  • Ogni attestato viene protocollato e validato dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) e dall'Associazione Sindacale di categoria CONFLAVORO

 

IN QUANTI GIORNI RICEVO L'ATTESTATO?

  • Entro 48h dalla conclusione del corso!

 

TIKET
  1. Vuoi avere maggiori informazioni sull'utilizzo della nostra piattaforma e-learning? Apri un tiket!
  2. Cosa vuoi sapere?(*)
    Scrivi la tua domanda
  3. Inserisci i caratteri nell'immagine
  4.   
  5. I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori

Guide utili

Giovedì, 26 Settembre 2013 11:04

                          guida fad

TRASMISSIONE INFORMATIZZATA DATI SANITARI

Lunedì, 16 Settembre 2013 18:39

“Arco temporale di attuazione”

Considerate le diverse difficoltà riscontrate dai medici competenti in fase di accesso e utilizzo della piattaforma informatica predisposta dall'INAIL per la trasmissione dei dati di cui all'allegato 3B del decreto 9 luglio 2012 (approfondisci), il Ministero della Salute, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha apportato delle modifiche sostanziali all'art. 4 del succitato decreto in termini di modalità di tramissione e tempistiche di attuazione.

CONDIZIONI E TERMINI D'USO

Sabato, 26 Gennaio 2013 09:36

TITOLARITA' DEL PORTALE

Il titolare del portale sicurezzalands.it è il Dott. Vittorio Sasso C.F. SSS VTR79 T05L 328E – P. IVA 07036510720.

 

PROPRIETA' INTELLETTUALE

Il Dott. Vittorio Sasso, in proprio conto, è titolare di tutti i diritti di proprietà intellettuale delle pagine internet del portale sicurezzalands.it, così come degli elementi contenuti nelle stesse (materiale informativo, marche, immagini, suoni, audio, video o testi, loghi, combinazioni di colori, struttura e disegno, selezione di materiali usati, software necessari al suo funzionamento, accesso e uso, ecc.)

Tutti i contenuti presenti nel portale sono protetti da copyright © e sono concessi ad uso esclusivamente privato alle condizioni di seguito stabilite.

La riproduzione con qualsiasi mezzo della struttura e del contenuto di qualsiasi componente, pulsante, modulo, notizia, nonché delle promozioni e delle offerte, o parte di esse, non è consentita senza preventiva ed espressa autorizzazione.

L'utente registrato che violi le norme sulla proprietà intellettuale sarà cancellato dal portale e chiamato a rispondere del danno arrecato conformemente a quanto disposto dalle alle norme europee ed internazionali in materia di diritti d'autore.

L’utente si impegna a rispettare i diritti di proprietà intellettuale del portale astenendosi da eliminare, alterare, eludere o manipolare qualsiasi dispositivo di protezione o sistema di sicurezza eventualmente installato nelle pagine internet.

 

SUDDIVISIONE DEGLI UTENTI

Per "Utente" si intende qualsiasi soggetto che, indipendentemente dalle finalità, utilizza o anche solo visualizza le pagine internet del portale.

Gli utenti si suddividono in:

- Visitatori (accesso alle pagine del portale limitato)

- Registrati (accesso alle pagine del portale illimitato)

 

REGISTRAZIONE DELL'UTENTE E ACCESSO AL PORTALE

La registrazione al portale avviene attraverso la compilazione del modulo dedicato presente su tutte le pagine del sito (pulsante “Registrati”).

Effettuata la registrazione e dopo una verifica antispam (l’utente riceverà una e-mail di conferma di registrazione sul proprio indirizzo di posta elettronica), l’utente potrà accedere a tutti i servizi offerti sul portale dedicati agli utenti registrati.

Per accedere al portale, l’utente deve effettuare il “Login” (presente in tutte le pagine del sito in alto a destra) inserendo le proprie credenziali nei campi richiesti (Nome Utente e Password).

La registrazione è completamente gratuita!

 

SERVIZI DEDICATI ALL'UTENTE REGISTRATO

- Ricevere la "Newsletter completa" contenente tutte le novità tecnico-giuridiche in materia di qualità, salute e sicurezza sul lavoro e ambiente, avvisi sull'inserimento di un nuovo file nell'area Download, notizie utili sui corsi e seminari in partenza, nonché tutte le novità sui servizi in promozione, direttamente sul proprio indirizzo di posta elettronica;

- Leggere integralmente tutte le notizie commentate presenti in "Notiziario" e scaricare i relativi allegati;

- Scaricare i files presenti nell'area "Download";

- Usufruire di sconti ed agevolazioni sulle "Promozioni"per ordini effettuati on-line.

 

TRASFERIBILITA' DELLE CREDENZIALI DI ACCESSO AL PORTALE

Le credenziali di accesso al portale sono personali e non trasferibili a terzi senza preventiva ed espressa autorizzazione da parte del titolare del portale.

All'utente registrato è fatto espresso divieto di utilizzare i servizi a lui dedicati per conto di terzi.

 

DURATA E VALIDITA' DEL SERVIZIO

La registrazione al portale è completamente gratuita ed ha validità illimitata nel tempo alle seguenti condizioni.

L'utente registrato che non ha effettuato almeno un accesso “Login” al portale entro il termine massimo di 12 (dodici) mesi dall'ultimo accesso sarà automaticamente cancellato senza alcun preavviso.

 

CANCELLAZIONE DAL SERVIZIO

L'utente registrato può cancellarsi in qualsiasi momento dal portale inviando una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. avente come oggetto "Cancellami".

 

PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

Il trattamento dei dati inseriti nel modulo di registrazione al portale sicurezzalands.it avviene conformemente al d.lgs. 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali”.

Ai sensi dell'art. 8 del d.lgs. n. 196/03, il titolare del trattamento dei dati è il Dott. Vittorio Sasso contattabile ai seguenti recapiti: via Giuseppe Capruzzi n. 240, 70124 Bari - tel./fax 080.5560000.

 

MODIFICHE AL PORTALE

L'utente registrato è consapevole che eventuali modifiche apportate ai contenuti, ai moduli e alla grafica del portale, anche se successive al momento della registrazione, saranno pubblicate senza alcuna forma di preavviso.

 

ACCETTAZIONE DELLE CONDIZIONI D'USO

L'utente registrandosi accetta incondizionatamente e senza alcuna riserva quanto stabilito nelle presenti condizioni d'uso, impegnandosi a rispettarle con la buona diligenza.

DISPOSIZIONI SEMPLIFICATIVE

Venerdì, 28 Giugno 2013 17:39

“Disposizioni urgenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro”

Sono state emanate le “Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia” per la crescita economica e per la semplificazione del quadro amministrativo e normativo intese a rendere meno onerosi gli adempimenti amministrativi a carico di cittadini e imprese, con ampio spazio agli adempimenti formali in materia di salute e sicurezza.

ARTICOLI PIROTECNICI

Venerdì, 21 Giugno 2013 13:32

“Impianti di produzione e deposito”

La Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro ha elaborato e approvato il documento “Articoli pirotecnici. Impianti di produzione e deposito” al fine di verificare la sussistenza di eventuali criticità ed incongruenze tra le previsioni normative contenute nel d.lgs. 81/2008 e s.m.i. e quelle riportate nella normativa specifica di settore, a seguito degli incidenti mortali verificatisi di recente in alcune aziende del settore pirotecnico.

Il Documento è stato elaborato dopo una attenta analisi della normativa vigente in materia di individuazione, valutazione e gestione dei rischi riguardanti gli opifici pirotecnici.

La normativa vigente in materia tutela dei lavoratori nelle attività pirotecniche, presentando diverse criticità nel settore, ha portato la Commissione Consultiva permanente a proporre una azione di coordinamento delle amministrazioni competenti per ciò che concerne le attività di produzione e lavorazione degli opifici, ponendo un’attenzione particolare alla valutazione e gestione dei rischi specifici derivanti dall’utilizzo delle sostanza chimiche pericolose, nonché alla formazione specifica e professionale.

Di fatti, tra le lacune normative riscontrate in materia di sicurezza nel settore pirotecnico, si evidenzia:

- il mancato accertamento dell'idoneità tecnica degli operatori e le relative autorizzazioni;

- mancanza di obbligatorietà di attività formative specifiche e professionali e relativi aggiornamenti;

- scarso controllo da parte delle autorità ispettive, in termini, di qualità, periodicità e severità;

- mancata osservanza del divietodi accesso agli impianti per i non addetti ai lavori.

Analizzando alcuni dei punti sopraelencati, nel Documento si evidenzia la centralità che ricopre il Servizio di Prevenzione e Protezione che, data la pericolosità dell’attività, oltre a dover essere obbligatoriamente interno, ai sensi dell’art. 31, c. 6 e 7, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., deve effettuare la valutazione dei rischi conformante all’art. 28 del medesimo decreto, escludendosi rigorosamente la possibilità di poterla effettuare sulla base delle procedure standardizzate.

A tal riguardo, di fatti, la Commissione sottolinea la centralità che ricopre la valutazione dei rischi da esposizione ad agenti chimici pericolosi, di cui nel Titolo IX, Capo I, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., e la stretta correlazione che sussiste tra il rischio chimico, quale manipolazione di sostanze e preparati, e il rischio esplosione.

Proseguendo, al fine di non incorrere in errori attuativi della complessa e lacunosa normativa vigente in materia di salute e sicurezza, nel Documento si accentua che per la valutazione del rischio esplosione, mentre sono applicabili le disposizioni contenute nel succitato Titolo IX, non si applicano, per espressa previsione normativa, le disposizioni del Titolo XI “Protezione da atmosfere esplosive” del medesimo decreto, il quale è regolamentato dal T.U.L.P.S. “Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza”.

Concludendo, in merito alla formazione professionale dei lavoratori, gestori (titolari della licenza) e titolari dell’attività (datori di lavoro), la normativa pone diverse contraddizioni in termini di responsabilità, contenuti e modalità.

Semplificando, il d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., nonché il d.lgs. n. 334/99 “Seveso”, successivamente modificato dal d.lgs. n. 238/2005, prevedono che siano erogate l’informazione e la formazione sulla natura intrinseca della pericolosità delle sostanze chimiche pericolose, compresa la potenziale ricaduta sull’ambiente derivante da possibili incidenti, con obbligo in capo al Datore di Lavoro; inoltre, per le imprese di cui al d.lgs. n. 334/09 e s.m.i., è prevista l’applicazione del Ministero dell’Ambiente del 16 marzo 1998 che definisce le modalità con le quali i gestori e i fabbricanti devono procedere all’informazione, formazione ed equipaggiamento di coloro che sono impiegati in situ, con cadenza trimestrale (3 mesi).

(Vittorio Sasso)

 

Documento Commissione consultiva

Clicca qui

CONSULENZA E ASSISTENZA

Venerdì, 05 Settembre 2014 07:57

TRE ANNI IN SICUREZZA

 

  • Elaborazione di verbali, lettere e relazioni pertinenti previsti dalla normativa vigente in materia di salute e sicurezza
  • Sopralluoghi a cadenza trimestrale (ogni 3 mesi) presso la tua azienda e rilascio del relativo rapporto di verifica
  • Pareri rapidi ed efficaci proponendoti la migliore soluzione da adottare
  • Scadenzario personalizzato in base alla tua situazione aziendale, garantendoti la massima puntualità nel rispetto della normativa tecnico-giuridica vigente
  • Gestione dei rapporti con gli Organismi di Vigilanza

 

ApprofondisciLa promozione è valida solo per consulenze triennali (3 anni)

 

TRASMISSIONE DATI SANITARI E DI RISCHIO

Lunedì, 13 Maggio 2013 10:24

“Semplificazioni per i medici competenti”

L'INAIL ha predisposto un applicativo informatico, al fine di semplificare e standardizzare le operazioni di inserimento dati da parte dei medici competenti, ai sensi dell’Intesa in Conferenza Unificata del 20 dicembre 2012.

L'applicativo, di cui nell’Allegato II del d.m. 9 luglio 2012, sarà disponibile ed operativo sul sito INAIL, per la fase preliminare di registrazione (login e password), dal 22 maggio 2013, mentre per la trasmissione dei dati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, a partire dal 31 maggio 2013.

Il termine ultimo per effettuare suddetta trasmissione, relativa all'anno 2012, invece, è fissato al 30 giugno 2013.

Al termine della fase di sperimentazione, la quale si rammenta esentare i medici competenti dalla sanzione prevista dall'art. 58, c. 1, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., i Ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano, con INAIL e congiuntamente con le Società scientifiche SIMLII ed ANMA, analizzeranno e valuteranno i risultati complessivi acquisiti con l’obiettivo di individuare modalità e contenuti per il miglioramento del sistema operativo.

Contestualmente all'attivazione della piattaforma informatica, al fine di agevolare la comprensione e l'utilizzo dell'applicativo, sarà reperibile il relativo Manuale d'uso sui portali INAIL, SIMLIIANMA.

(Vittorio Sasso)

LAVORATORI STAGIONALI DEL SETTORE AGRICOLO

Lunedì, 15 Aprile 2013 10:45

“Semplificazioni”

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero della Salute e il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, ha emanato le disposizioni per semplificare gli adempimenti relativi all’informazione, formazione e sorveglianza sanitaria per i lavoratori stagionali del settore agricolo, ai sensi dell’art. 3, c. 13, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

Tali semplificazioni, emanate con decreto interministeriale del 27 marzo 2013, si applicano:

«omissis...nei confronti dei lavoratori stagionali che svolgono presso la stessa azienda un numero di giornate non superiori a cinquanta nell’anno, limitatamente a lavorazioni generiche e semplici non richiedenti specifici requisiti professionali» (v. art. 1, c. 1, del decreto)

Nel c. 2 del predetto articolo, inoltre, si esplicita l’applicabilità della norma anche nei confronti dei lavoratori occasionali che svolgono prestazioni di tipo accessorio e di carattere stagionale nelle imprese agricole.

Definito il campo di applicazione, si riportano di seguito i contenuti.

I lavoratori sono esonerati dal sottoporsi alla sorveglianza sanitaria, fatta eccezione per la visita medica preventiva, nel limite delle 50 giornate l’anno, effettuate anche presso altre aziende agricole, senza il vincolo di ulteriori accertamenti medici.

E' opportuno rammentare, tuttavia, che la mera visita medica preventiva, ai sensi dell’art. 2. c. 1, del decreto interministeriale, non è applicabile alle lavorazioni che espongono i lavoratori a rischi specifici quali ad esempio il rischio rumore, legato principalmente all’uso delle trattrici e il rischio chimico, derivante dall’impiego di antiparassitari e fitofarmaci.

Per questi rischi specifici, quindi, il datore di lavoro dovrà sottoporre i lavoratori a sorveglianza sanitaria, da effettuarsi ad opera del medico competente, rispettandone il protocollo e le scadenze, conformemente all’art. 41 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

Il decreto, inoltre, snellisce ulteriormente la normativa antinfortunistica vigente in materia informazione e formazione dei lavoratori del comparto agricolo chiarendo che gli obblighi di cui agli artt. 36 e 37 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. si considerano assolti:

«omissis…mediate consegna al lavoratore di appositi documenti che contengano indicazioni idonee a fornire conoscenza per l’identificazione, la riduzione e la gestione dei rischi nonché a trasferire conoscenze e procedure utili all’acquisizione di competenze per lo svolgimento in sicurezza dei rispettivi compiti in azienda e all’identificazione e eliminazione, ovvero alla riduzione e gestione, dei rischi in ambienti di lavoro»

Concludendo, tali documenti, oltre a dover rispettare i su riportati contenuti, di cui all’art. 3, c. 1, del decreto interministeriale, devono essere comprensibili anche ai lavoratori provenienti da altri Paesi e devono essere certificati dalla ASL o dagli Enti Bilaterali e Organismi Paritetici del settore agricolo.

Il decreto interministeriale è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12 aprile 2013, n. 86.

(Vittorio Sasso)

CRITERI DI QUALIFICAZIONE DEL FORMATORE

Mercoledì, 20 Marzo 2013 13:36

“Titoli di studio ed esperienze professionali”

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero della Salute, ha recepito i criteri di qualificazione del formatore approvati dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro nella seduta del 18 aprile 2012.

Tali criteri, genericamente individuati nell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e sucessivamente integrati dalla Commissione consultiva permanente, sono stati recepiti con decreto interministeriale del 6 marzo 2013, come sintetizzati di seguito.
Si considera qualificato il formatore-docente che possiede:
  • PREREQUISITO

Diploma di scuola secondaria di secondo livello.

  • CRITERI

Almeno uno dei seguenti criteri:

1Precedente esperienza come docente esterno, per almeno 90 ore negli ultimi 3 anni, nell'area tematica oggetto della docenza;

2Laurea coerente con le materie oggetto della docenza, ovvero corsi post-laurea nel campo della salute e sicurezza sul lavoro;

3Attestato di Frequenza, con verifica dell'apprendimento, a corso/i di formazione della durata minima di 64 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro organizzato/i dai soggetti dei cui all'art. 32, c. 4, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., unitamente ad almeno 12 mesi di esperienza lavorativa o professionale con l'area tematica oggetto della docenza;

4Attestato di Frequenza, con verifica dell'apprendimento, a corso/i di formazione della durata minima di 40 ore in materia di salute e sicurezza sul lavoro organizzato/i dai soggetti dei cui all'art. 32, c. 4, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., unitamente ad almeno 18 mesi di esperienza lavorativa o professionale con l'area tematica oggetto della docenza;

5Esperienza di almeno 6 mesi nel ruolo di R.S.P.P. per docenze nell'ambito del mascrosettore ATECO di riferimento;

6Esperienza di almeno 12 mesi nel ruolo di A.S.P.P. per docenze nell'ambito del mascrosettore ATECO di riferimento.

Nei casi citati ai punti 2, 3, 4, 5 e 6, il docente-formatore dovrà dimostrare di possedere, inoltre, almeno una delle seguenti specifiche:
  1. Frequenza ad un corso, con esame finale, della durata minima di 24 ore, come ad esempio un corso di formazione per formatori, o abilitazione all'insegnamento, o conseguimento di una laurea triennale in Scienze della Comunicazione o di un Master in Comunicazione;
  2. Precedente e documentabile esperienza come docente, per almeno 32 ore negli ultimi 3 anni, in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  3. Precedente e documentabile esperienza come docente, per almeno 40 ore negli ultimi 3 anni, in qualunque materia;
  4. Partecipazione a corso in affiancamento ad altro docente, per almeno 48 ore negli ultimi 3 anni, in qualunque materia.

Il possesso del prerequisito e di uno dei criteri succitati, questi ultimi sono stati strutturati in modo da garantire la padronanza del docente in materia di salute e sicurezza sul lavoro in termini di conoscenza, esperienza e capacità didattica, rappresentano il livello base richiesto per essere qualificato formatore-docente.

Si evidenzia, tuttavia, che i criteri succitati riguardano la qualificazione della figura del formatore esclusivamente per i corsi di cui agli artt. 34 e 37 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., escludendone, quindi, l'applicabilità per i corsi specifici per Coordinatori della Sicurezza e per R.S.P.P., dei quali rispettivamente negli artt. 98 e 32 del predetto decreto, nonché per le attività di addestramento.

Il prerequisito, inoltre, non è richiesto per i datori di lavoro che effettuano direttamente la formazione ai propri lavoratori e, a tal riguardo, si è definito un lasso temporale di 24 mesi dall'entrata in vigore dei criteri su menzionati entro cui il medesimo datore può svolgere tale attività formativa, se in possesso dei requisiti di svolgimento diretto di R.S.P.P., ai sensi dell'art. 34 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

Il formatore, in quanto tale e quindi professionalmente riconosciuto, inoltre, deve aggiornarsi con cadenza triennale secondo le seguenti modalità, alternativamente:

  • Almeno 24 ore complessive di frequenza a seminari, convegni specialistici e corsi di aggiornamento, di cui almeno 8  ore relative a questi ultimi,  con riferimento all'area tematica di competenza ed organizzati dai soggetti di cui all'art. 32, c. 4, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.;
  •  Effettuare almeno 24 ore di docenza nell'are tematica di pertinenza.

Il decreto interministeriale, siglato in data 6 marzo 2013, entra in vigore trascorsi 12 mesi dalla data della sua pubblicazione su Gazzetta Ufficiale.

La Commissione consultiva permanente, comunque, trascorsi ulteriori 12 mesi dalla data di entrata in vigore del decreto, si riserva la facoltà di valutarne la prima applicazione e di elaborare eventuali proposte migliorative.

(Vittorio Sasso)

 
I datori di lavoro che occupano fino a
IO lavoratori effettuano la valutazione dei rischi di cui al presente articolo sulla base delle procedure
standardizzate di cui all'articolo 6, comma 8, lettera f). Fino alla scadenza del terzo mese successivo
alla data di entrata in vigore del decreto intem1inisteriale di cui all'articolo 6, comma 8, lettera D, e,
comunque, non oltre il 30 giugno 2013, gli stessi datori di lavoro possono autocertificare
l'effettuazione della valutazione dei rischi. Quanto previsto nel precedente periodo non si applica alle
attività di cui all'articolo 31 , comma 6, lettere a), b), c), d) nonché g).

ABILITAZIONE SPECIFICA DEGLI OPERATORI

Martedì, 12 Marzo 2013 19:52

“Chiarimenti in merito all'applicazione dell'Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012”

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, a seguito di numerosi quesiti pervenuti in merito all'applicazione dell'Accordo, chiarisce quanto segue.

I lavoratori autonomi o datori di lavoro utilizzatori del settore agricolo o forestale possono documentare l’esperienza nell’uso delle attrezzature di lavoro attraverso una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, di cui al d.P.R. n. 445/2000; tale dichiarazione deve attestare la disponibilità in azienda delle attrezzature di lavoro di cui si dichiara l’esperienza riferita ad un periodo non antecedente a 10 anni e che l’attività lavorativa negli anni di riferimento è stata svolta nell’ambito del normale ciclo produttivo  (v. punto 9.4 dell'Accordo).
Anche i lavoratori subordinati di suddetto settore possono autocertificare a mezzo di dichiarazione sostitutiva l'esperienza tecnico-professionale acquisita, purché riferita ad un periodo non antecedente a 10 anni e fermo restando l'obbligo per il datore di lavoro di verificare le capacità dichiarate dal lavoratore, ai sensi degli artt. 71 e 73, rispettivamente ai commi 7 e 4, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..
 

Il Ministero, inoltre, precisa che la specifica abilitazione non è necessaria nel caso in cui non si configuri alcuna attività connessa all’utilizzo dell’attrezzatura di lavoro e, in particolare, in occasione di semplici operazioni di spostamento a vuoto, nonché di manutenzione ordinaria e straordinaria.

 

Infine, l'aggiornamento previsto di 3 ore, relativo agli argomenti dei moduli pratici, può essere effettuate in aula con un numero massimo di partecipanti non superiore alle 24 unità (v. punto 6 dell'Accordo).

(Vittorio Sasso)
 
I datori di lavoro che occupano fino a
IO lavoratori effettuano la valutazione dei rischi di cui al presente articolo sulla base delle procedure
standardizzate di cui all'articolo 6, comma 8, lettera f). Fino alla scadenza del terzo mese successivo
alla data di entrata in vigore del decreto intem1inisteriale di cui all'articolo 6, comma 8, lettera D, e,
comunque, non oltre il 30 giugno 2013, gli stessi datori di lavoro possono autocertificare
l'effettuazione della valutazione dei rischi. Quanto previsto nel precedente periodo non si applica alle
attività di cui all'articolo 31 , comma 6, lettere a), b), c), d) nonché g).

UNI EN ISO 9001:2008

Domenica, 12 Febbraio 2012 13:03

La norma ISO 9001:2008, "Sistema di gestione per la Qualità - Requisiti", indica quali sono i requisiti che una organizzazione generica deve rispettare e di come realizzarli concretamente in azienda in quanto applicabile a tutti i settori.

 


 

Nel 2008, con la nuova edizione della norma, si passa da una visione dell'azienda formata da sistemi organizzati a sè stanti (amministrazione, commerciale, qualità, etc.) ad una visione per processi trasversali (sviluppo di nuovi prodotti, pianificazione aziendale, gestione dei fornitori, etc.) che nella maggior parte dei casi sono indipendenti dalla struttura organizzativa dell'azienda, in quanto il loro svolgimento può richiedere la partecipazione e l'operato sia di più unità appartenenti alla medesima impresa, sia di entità organizzative differenti. Esempio: l'approvvigionamento è il risultato di più attività svolte da funzioni diverse: Produzione, Acquisti, Magazzino, Contabilità.


La norma ISO 9001 è strutturata in quattro macroprocessi, comuni a tutte le aziende:

  • Responsabilità della direzione
  • Gestione delle risorse
  • Gestione dei processi
  • Misure, analisi e miglioramenti (Audit)

 

La nuova edizione della norma ISO 9001 viene pubblicata il 15 novembre 2008 e la versione italiana viene pubblicata dall'UNI il 26 novembre 2008.
La ISO 9001:2008 innova senza stravolgere l'impianto creato con l'edizione del 2000.

 

LE NOVITA'

  • E' introdotto l'organizational environment, cioè il contesto in cui opera l'organizzazione, tra gli elementi da considerare nella progettazione e implementazione del sistema di gestione qualità
  • Si estende il significato di prodotto ai prodotti intermedi
  • Si amplia il concetto di responsabilità dell'organizzazione nei processi esternalizzati
  • Diventa rilevante l'addestramento, la formazione e le competenze che il personale deve acquisire, in quanto le azioni da essi svolte possono influire, anche indirettamente, sul prodotto finale e quindi non garantire il rispetto dei requisiti del cliente
  • Maggiore controllo degli ambienti di lavoro
  • Si evidenzia la differenza che intercorre tra attività di verifica, riesame e validazione e come debbano esse definite specifiche azioni dall'organizzazione 
  • Si evidenzia come la soddisfazione del cliente possa essere misurata con strumenti differenti dalla classica indagine di customer satisfaction, attraverso l'analisi dei dati di cui già si dispone quali ad esempio l'andamento delle vendite o le richieste di garanzia
  • Le azioni correttive preventive, delle quali nel riesame della Direzione, sono volte a verificare l'efficacia delle azioni correttive e preventive adottate e non le azioni stesse


La norma UNI EN ISO 9001:2008 è pienamente compatibile con la UNI EN ISO 14001:2004 e la BS OHSAS 18001:2007, consentendo di sviluppare un sistema di gestione integrato QHSE (Quality, Health, Safety, Environment): Qualità (9001), Sicurezza (18001) e Ambiente (14001)

 

Il servizio comprende:

  • Elaborazione del Manuale del Sistema di Gestione
  • Elaborazione e stesura delle procedure e della manualistica necessaria al fine di attuare il Sistema di Gestione
  • Formazione del personale sulle procedure e sulle misure da adottare per la corretta attuazione del Sistema di Gestione, nonché al fine di mantenerlo efficiente nel tempo, conformemente a quanto richiesto dalle norme tecniche
  • Coordinamento degli addetti al Sistema di Gestione
  • Coordinamento ed attuazione delle visite ispettive interne illimitate (audit di 1° parte)
  • Coordinamento ed attuazione delle visite esterne illimitate (audit di 2° parte)
  • Aggiornamento continuo delle procedure e della modulistica necessaria per il miglioramento del Sistema di Gestione
  • Assistenza durante le ispezioni da parte degli Organismi di Certificazione (audit di 3° parte)
 

 

RICHIEDI UN PREVENTIVO
  1. Per conoscere le tariffe dei nostri servizi compila il seguente form. Riceverai un preventivo gratuito e senza impegni.
  2. SERVIZI RICHIESTI
  3. Inserisci i servizi di cui necessiti(*)
    Descrivi brevemente di cosa hai bisogno e le tue necessità
  4. DATI DELL'AZIENDA
  5. NOME AZIENDA(*)
    Inseriscri la ragione sociale della tua azienda.
  6. ATTIVITA' AZIENDA(*)
    Inserisci l'attività della azienda. Sono ammesse solo lettere
  7. NUMERO DI DIPENDENTI(*)
    Inserisci il numero di dipendenti
  8. METRI QUADRI
    Invalid Input
  9. UBICAZIONE DELL'AZIENDA(*)
    Inserisci la città e la via dove si trova la tua azienda
    Città, via, n. civico
  10. PARTITA IVA(*)
    Inserisci la P. IVA
  11. REFERENTE
  12. NOME(*)
    Inserisci il tuo nome completo. Sono ammessi solo caratteri alfabetici.
  13. COGNOME(*)
    Sono ammessi solo caratteri alfabetici
  14. E-MAIL(*)
    Indirizzo e-mail non valido (esempio@tuamail.it)
  15. TELEFONO(*)
    Sono ammessi solo caratteri numerici
  16. Preferenze di contatto
  17. PRIVACY(*)
    Devi accettare le condizioni sulla privacy. Le trovi in basso al form
  18. Inserisci i caratteri nell'immagine
  19.   
  20. I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori

AUTOCERTIFICAZIONE

Lunedì, 04 Febbraio 2013 18:57

“Chiarimenti”

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali fornisce i primi chiarimenti in merito alla proroga del termine per l’autocertificazione della valutazione dei rischi, ai sensi dell’articolo 29, c. 5, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

La legge 24 dicembre 2012, n. 228, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012 – Suppl. Ordinario n. 212 -, modificando il comma 5 dell’art. 29 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., fissa al 30 giugno 2013 il termine massimo entro cui i datori di lavoro che occupano fino a 10 lavoratori possono autocertificare l’effettuazione della valutazione dei rischi (approfondisci).
 

Suddetto termine di applicazione, che in prima attuazione era previsto al 30 giugno 2012,  a seguito delle diverse proroghe succedutesi, delle quali nel d.l. 12 maggio 2012, n. 57, convertito con l. 12 luglio 2012, n. 101, e nella l. 24 dicembre 2012, n. 228, ha creato diversi dubbi giuridico-interpretativi che hanno portato a un necessario chiarimento da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, quale conseguenza delle numerose richieste pervenute.

Il Ministero, a tal fine, richiama l'art. 29 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., come attualmente modificato e, quindi, cogente, riportando quanto enunciato dal comma 5:

«I datori di lavoro che occupano fino a 10 lavoratori effettuano la valutazione dei rischi di cui al presente articolo sulla base delle procedure standardizzate di cui all'articolo 6, comma 8, lettera f). Fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale di cui all'articolo 6, comma 8, lettera f), e, comunque, non oltre il 30 giugno 2013, gli stessi datori di lavoro possono autocertificare l'effettuazione della valutazione dei rischi. Quanto previsto nel precedente periodo non si applica alle attività di cui all'articolo 31 , comma 6, lettere a), b), c), d) nonché g).»

Con l'entrata in vigore del decreto interministeriale di cui sopra, che si rammenta essere fissata al 6 febbraio 2013, a seguito della sua pubblicazione su Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 6 dicembre 2012, n. 285 (approfondisci), i datori di lavoro possono autocertificare la valutazione dei rischi fino al 31 maggio 2013, ai sensi del secondo capoverso del predetto c. 5, art. 29:

«omissis...Fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale di cui all'articolo 6, comma 8, lettera f)...omissis».

(Vittorio Sasso)

 

RSPP/ASPP - Modulo B8

Lunedì, 04 Febbraio 2013 13:14

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) ed acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Pubblica Amministrazione - Istruzione

 

Durata del corso

  • 24 ore - 3 incontri da 8 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (40 ore)

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari

 

Data del corso

 

Data Orario Ore
24/11/2014 09.30-19.30 8
26/11/2014 09.30-19.30 8
28/11/2014 09.30-19.30 8
Totali ore 24

 

Data verifica finale
Orario
01/12/2014 10.00

 

Stato del corso

Iscrizioni aperte

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 400,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B8€ 350,00 IVA INCLUSAanziché € 400,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico e elettrico
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione dell'emergenza

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP/ASPP - Modulo B2

Sabato, 19 Gennaio 2013 19:43

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) ed acquisire compenteze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Pesca

 

Durata del corso

  • 36 ore - 4 incontri da 8 ore e 1 incontro da 4 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (40 ore)

 

Data del corso

 

Data Orario Ore
13/09/2014 09.30-19.30 8
20/09/2014 09.30-19.30 8
27/09/2014 09.30-19.30 8
04/10/2014 09.30-19.30 8
11/10/2014 15.30-19.30 4
Totali ore 36

 

Data verifica finale
Orario
15/10/2014 10.00

 

Stato del corso

Iscrizioni chiuse

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 550,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B2€ 500,00 IVA INCLUSAanziché € 550,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico, elettrico
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima, radiazioni, agenti atmosferici)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione gestione dell'emergenza

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP/ASPP - Modulo B7

Giovedì, 10 Gennaio 2013 19:23

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) ed acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Sanità - Servizi sociali

 

Durata del corso

  • 60 ore - 7 incontri da 8 ore e 1 incontro da 4 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (60 ore)

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari

 

Data del corso

 

Data Orario Ore
04/10/2014 09.30-19.30 8
11/10/2014 09.30-19.30 8
18/10/2014 09.30-19.30 8
25/10/2014 09.30-19.30 8
08/11/2014 09.30-19.30 8
15/11/2014 09.30-19.30 8
22/11/2014 09.30-19.30 8
29/11/2014 15.30-19.30 4
Totali ore 60

 

Data verifica finale
Orario
03/12/2014 15.30

 

Stato del corso

Iscrizioni chiuse

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quanto partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 900,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP MODULO B7€ 800,00 IVA INCLUSAanziché € 900,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico, elettrico, di cadute dall'alto
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima, radiazioni, campi elettromagnetici)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione dell'emergenza
  • Rischio inforuni (approfondimento)

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP/ASPP - Modulo B3

Mercoledì, 02 Gennaio 2013 19:03

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) e di acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Estrazioni minerali - Altre industrie estrattive - Costruzioni

 

Durata del corso

  • 60 ore - 7 incontri da 8 ore e 1 incontro da 4 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (60 ore)

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari

 

Data del corso

Data Orario Ore
13/09/2014 09.30-19.30 8
20/09/2014 09.30-19.30 8
27/09/2014 09.30-19.30 8
04/10/2014 09.30-19.30 8
11/10/2014 09.30-19.30 8
18/10/2014 09.30-19.30 8
25/10/2014 09.30-19.30 8
08/11/2014 15.30-19.30 4
Totali ore 60

 

Data verifica finale
Orario
12/11/2014 09.30

 

Stato del corso

Iscrizioni chiuse

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 900,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B3€ 800,00 IVA INCLUSAanziché € 900,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico, elettrico, di cadute dall'alto
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima, radiazioni, campi elettromagnetici)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione dell'emergenza
  • Rischio esplosione (ATEX)

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

VALUTAZIONE DEI RISCHI

Lunedì, 07 Gennaio 2013 09:46

“Prorogati i termini per l'autocertificazione”

Con l’entrata in vigore della legge di stabilità 2013 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” sono stati prorogati i termini per l’autocertificazione della valutazione dei rischi.

La legge 24 dicembre 2012, n. 228, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2012 – Suppl. Ordinario n. 212 -, modificando il comma 5 dell’art. 29 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., fissa al 30 giugno 2013 il termine massimo entro cui i datori di lavoro che occupano fino a 10 lavoratori possono autocertificare l’effettuazione della valutazione dei rischi, termine precedentemente stabilito al 31 dicembre 2012 (approfondisci).
 

La legge è in vigore dal 1° gennaio 2013.

(Vittorio Sasso)

RSPP/ASPP - Modulo B9

Venerdì, 04 Gennaio 2013 12:42

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) ed acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Alberghi - Ristoranti - Assicurazioni - Informatica - Immobiliari - Associazioni - Servizi domestici - Organizzazioni extraterritoriali

 

Durata del corso

  • 12 ore - 1 incontro da  8 ore e 1 da 4 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (40 ore)

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari

 

Data del corso

Nessuna data disponibile

 

Stato del corso

In programmazione

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 250,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per isrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B9€ 200,00 IVA INCLUSAanziché € 250,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico e elettrico
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima, videoterminale)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione dell'emergenza

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

PROCEDURE STANDARDIZZATE

Venerdì, 07 Dicembre 2012 12:57

“Valutazione dei rischi”

Sono state recepite le procedure standardizzate per la valutazione dei rischi di cui all'art. 29, c. 5, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., ai sensi dell'art. 6, c. 8, lett. f), del medesimo decreto.

La Commissione consultiva permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro, approvando il documento in data 16 maggio 2012, definisce il modello di riferimento per effettuare la valutazione dei rischi, al fine di individuare le adeguate misure di prevenzione e protezione da adottare ed elaborare il programma per il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.
 
Le procedure standardizzate si applicano alle imprese che occupano fino a 10 (dieci) lavoratori, con esclusione dal campo di applicazione delle attività di cui all'art. 31, c. 6, lett. a), b), c), d) e g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..
Per quanto concerne le imprese che occupano fino a 50 (cinquanta) lavoratori, inoltre, l'art. 29 del succitato decreto, al c. 6,  dà la facoltà al datore di lavoro di scegliere se effettuare la valutazione dei rischi attraverso suddette procedure, con i limiti di cui al c. 7 del medesimo articolo, o di redigere il documento di valutazione dei rischi secondo quanto definito nell'art. 28.
 
Il decreto interministeriale è stato siglato il 30 novembre 2012 ed entra in vigore decorsi 60 (sessanta) giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (6 dicembre 2012), fermi restando i termini di cui al decreto legge 12 maggio 2012, n. 57 (approfondisci).
Con l'entrata in vigore del decreto  non si potrà più autocertificare la valutazione dei rischi.   
(Vittorio Sasso)

aulasoccorso

 

 

 

 

 

 

 

 

definizione

Il datore di lavoro deve designare uno o più addetti al primo soccorso, ai sensi dall'art. 18, c. 2, lett. b), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Il ruolo principale degli addetti al primo soccorso è di assistere l'infortunato in attesa dei soccorsi specializzati

 

finalita' del corso

Il corso, valido per tutti i gruppi di appartenenza (A-B-C), permette di acquisire specifiche competenze tecniche per l'attuazione delle misure di primo intervento e per l'attivazione degli interventi di pronto soccorso

 

Durata del corso

  • 4 ore (1 incontro)

 

Modalita'

Il percorso formativo è svolto interamente in aula

 

Aggiornamento previsto

Ogni 3 anni

 

Date e sedi del corso

BARI

Nessuna data disponibile

 

BISCEGLIE

Data Orario Ore
30/10/2014 15.30-19.30 4
Totali ore 4

 

Stato dei corsi

BARI: In programmazione

BISCEGLIE: Iscrizioni in chiusura

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 100,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

PRIMO SOCCORSO - AGGIORNAMENTO GRUPPI A/B/C€ 90,00 IVA INCLUSAanziché € 100,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Docenti

Le docenze sono svolte da personale medico con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materia di primo soccorso aziendale

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla gestione del primo soccorso e alle competenze tecniche acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP/ASPP - Modulo B6

Martedì, 16 Ottobre 2012 16:49

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) ed acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Commercio ingrosso e dettaglio - Carrozzerie - Riparazione veicoli - Lavanderie - Parrucchieri - Pianificatori - Pasticceri - Trasporti - Magazzinaggio - Comunicazioni

 

Durata del corso

  • 24 ore - 3 incontri da 8 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (40 ore)

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari

 

Data del corso

 

Data Orario Ore
24/11/2014 10.00-19.00 8
26/11/2014 10.00-19.00 8
28/11/2014 10.00-19.00 8
Totali ore 24

 

Data verifica finale
Orario
01/12/2014 10.00

 

Stato del corso

Iscrizioni aperte

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 400,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B6€ 350,00 IVA INCLUSAanziché € 400,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico e elettrico
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione dell'emergenza

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP/ASPP - Modulo B4

Venerdì, 28 Settembre 2012 11:17

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) ed acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Industria - Alimentari - Tessili - Abbigliamento - Concerie - Cuoio - Legno - Carta - editoria - Stampa - Minerali non metalliferi - Produzione e lavorazione dei metalli - Fabbricazione macchine, apparecchi meccanici - Fabbricazione macchine, apparecchi elettrici, elettronici - Autoveicoli - Mobili - Produzione e distribuzione di energia elettrica - Gas e acqua - Smaltimento rifiuti

 

Durata del corso

  • 48 ore - 6 incontri da 8 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Modalita'

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (60 ore)

 

Data del corso

 

Data Orario Ore
13/09/2014 09.30-19.30 8
20/09/2014 09.30-19.30 8
27/09/2014 09.30-19.30 8
04/10/2014 09.30-19.30 8
11/10/2014 09.30-19.30 8
18/10/2014 09.30-19.30 8
Totali ore 48

 

Data verifica finale
Orario
22/10/2014 15.30

 

Stato del corso

Iscrizioni chiuse

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 800,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B4€ 700,00 IVA INCLUSAanziché € 800,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI AL CORSO!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico, elettrico, di cadute dall'alto
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima, radiazioni, campi elettromagnetici)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione dell'emergenza
  • Rischio esplosione (ATEX)

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP/ASPP - Modulo B5

Venerdì, 28 Settembre 2012 11:00

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) ed acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Raffinerie - Trattamento combustibili nucleari - Industria chimica - Fibra e Gomme - Plastica

 

Durata del corso

  • 68 ore - 8 incontri da 8 ore e 1 incontro da 4 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (60 ore)

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari aula1

 

Data del corso

Data Orario Ore
04/10/2014 09.30-19.30 8
11/10/2014 09.30-19.30 8
18/10/2014 09.30-19.30 8
25/10/2014 09.30-19.30 8
08/11/2014 09.30-19.30 8
15/11/2014 09.30-19.30 8
22/11/2014 09.30-19.30 8
29/11/2014 09.30-19.30 8
06/12/2014 15.30-19.30 4
Totali ore 68

 

Data verifica finale
Orario
10/12/2014 10.00

 

Stato del corso

Iscrizioni chiuse

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 950,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B5€ 850,00 IVA INCLUSAanziché € 950,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico, elettrico, di cadute dall'alto
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima, radiazioni, agenti atmosferici)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione dell'emergenza
  • Rischio esplosione (ATEX)
  • Lavori in spazi confinati

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

AGENTI CHIMICI PERICOLOSI

Lunedì, 24 Settembre 2012 11:24

“Valori di esposizione”

E' stato pubblicato il decreto interministeriale, firmato in data 6 agosto 2012, nel quale si definisce il terzo elenco di valori indicativi di esposizione professionale agli agenti chimici, di cui nell’Allegato XXXVIII del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

Il decreto, a seguito dell'evoluzione normativa comunitaria, in ottemperanza dell'art. 232, c. 2, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. e in attuazione della direttiva 98/24/CE, modifica e sostituisce l’elenco di cui nel succitato Allegato, definendone i nuovi valori di esposizione.
 
In particolare, le direttive 2006/15/CE e 2009/106/CE, eliminando i riferimenti alle sostanze “CLOROBENZENE” e “FENOLO” riportati nell’Allegato della direttiva 2000/39/CE, hanno reso necessario una sostituzione immediata dell'Allegato XXXVIII del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., in attuazione delle disposizioni in esse contenute (v. art. 3, par. 2 "direttiva 2006/15/CE"  - art. 3, par. 1 "direttiva 2009/106/CE" ).
 
Il decreto è stato Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 218 del 18 settembre 2012.
(Vittorio Sasso)

RSPP/ASPP - Modulo B1

Giovedì, 20 Settembre 2012 10:43

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il Modulo permette di concludere il percorso formativo degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione ed acquisire compentenze specifiche per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, oltre ad dover possedere specifiche competenze tecniche nel macrosettore ATECO di riferimento (Modulo B), devono possedere idonee competenze gestionali e relazionali (Modulo C)

 

macrosettore

Agricoltura

 

Durata del corso

  • 36 ore - 4 incontri da 8 ore e 1 incontro da 4 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Modalita'

Il corso è interamente svolto in aula aula1

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni (40 ore)

 

Date e sedi del corso

BARI

Nessuna data disponibile

 

BISCEGLIE

Data Orario Ore
03/12/2014 09.30-19.30 8
04/12/2014 09.30-19.30 8
05/12/2014 09.30-19.30 8
10/12/2014 09.30-19.30 8
11/12/2014 15.30-19.30 4
Totali ore 36
 
Data verifica finale
Orario
17/12/2014 15.30

 

Stato dei corsi

BARI: In programmazione

BISCEGLIE: Iscrizioni aperte

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 550,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO B1€ 500,00 IVA INCLUSAanziché € 550,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

  • Rischi legati all'organizzazione del lavoro
  • Richio meccanico, elettrico, di cadute dall'alto
  • Richio da movimentazione manuale dei carichi
  • Richio fisico (rumore, vibrazioni, microclima, radiazioni, agenti atmosferici)
  • Richio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni e biologici
  • Caratteristiche e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • Sicurezza antincendio e gestione gestione dell'emergenza

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP - Modulo C

Lunedì, 10 Settembre 2012 15:44

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso integra e conclude il percorso formativo del RSPP permettendo di acquisire e sviluppare le capacità gestionali e relazionali per la salute e la sicurezza dei lavoratori all'interno dell'azienda

 

Durata del corso

  • 24 ore - 6 incontri da 4 ore

 

Modalita' e sede

Il corso è interamente svolto in aula presso la nostra sede di Bari aula1

 

Data del corso

 

Data Orario Ore
27/10/2014 09.30-13.30 4
29/10/2014 09.30-13.30 4
31/10/2014 09.30-13.30 4
03/11/2014 09.30-13.30 4
05/11/2014 09.30-13.30 4
07/11/2014 09.30-13.30 4
Totali ore 24

 

Data verifica finale
Orario
10/11/2014 10.00

 

Stato del corso

Iscrizioni in chiusura

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 400,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP - MODULO C€ 350,00 IVA INCLUSAanziché € 400,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sui sistemi di gestione della sicurezza (BS OHSAS  18001:2007 e UNI INAIL 2001) e l'applicazione delle norme tecniche (ISO), nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio riguardanti la comunicazione in azienda, i rischi di natura psicosociale ed ergonomici, la progettazione e la gestione dei percorsi formativi

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

 

MODULO C1 (8 ore)

  • Organizzazione e sistemi di gestione

 

MODULO C2 (4 ore)

  • Il sistema delle relazioni e della comunicazione
  • Rischi di natura psicosociale

 

MODULO C3 (4 ore)

  • Rischi di natura ergonomica

 

MODULO C4 (8 ore)

  • Il ruolo dell'informazione e della formazione

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP/ASPP - Modulo A

Venerdì, 07 Settembre 2012 12:55

 

 

 

 

 

 

definizione

Servizio di Prevenzione e Protezione - SPP: «Insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. l), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Responsabile del SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Adetto al SPP: «Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’articolo 32, facente parte del Servizio di Prevenzione e Protezione» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. g), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso permette di acquisire elementi tecnico-giuridici sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro e comprendere il ruolo del RSPP e del ASPP in azienda

 

propedeuticita'

I soggetti che intendono ricoprire il ruolo di RSPP o ASPP in azienda devono frequentare obbligatoriamente il Modulo A prima di accedere al Moduli B (specializzazione per settori ATECOAttività Economica) e, solo per il RSPP, al Modulo C (gestionale/relazionale)

 

Durata del corso

  • 28 ore - 7 incontri da 4 ore + 1 incontro per l'esame finale

 

Modalita'

Il corso è interamente svolto in aula

 

Date e sedi del corso

BARI

Data Orario Ore
13/10/2014 15.30-19.30 4
15/10/2014 15.30-19.30 4
17/10/2014 15.30-19.30 4
20/10/2014 15.30-19.30 4
22/10/2014 15.30-19.30 4
24/10/2014 15.30-19.30 4
27/10/2014 15.30-19.30 4
Totali ore 28

 

Data verifica finale
Orario
29/10/2014 15.30
 

BISCEGLIE

Nessuna data disponibile

 

Stato del corso

BARI: Iscrizioni chiuse

BISCEGLIE: In programmazione

 

Prossime date

Clicca sull'immagina in basso ↓ e scopri quando partirà il prossimo corso

calendario corsi

 

Costo

  • € 450,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

RSPP/ASPP - MODULO A€ 400 IVA INCLUSAanziché € 450 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verficare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

 

MODULO A1 (4 ore)

  • L'approccio alla prevenzione tramite il d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. per un percorso di miglioramento della salute e della sicurezza dei lavoratori
  • Il sistema legislativo: esame delle normative di riferimento

 

MODULO A2 (4 ore)

  • I soggetti del Sistema di Prevenzione aziendale secondo il d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.: compiti, obblighi e responsabilità civili e penali
  • Il Sistema Pubblico della Prevenzionea

 

MODULO A3 (4 ore)

  • I Criteri e gli strumenti per la individuazione dei rischiganizzative e procedurali di prevenzione e protezione
  • Il Documento di Valutazione dei Rischi (D.V.R.)

 

MODULO A4 (4 ore)

  • La classificazione dei rischi in relazione alla normativa
  • Rischio incendio ed esplosione

 

MODULO A5 (4 ore)

  • La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di salute e sicurezza

 

MODULO A6 (4 ore)

  • La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di igiene del lavoro

 

MODULO A7 (4 ore)

  • Le ricadure applicative e organizzative della valutazione dei rischi

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

MUSICA E ATTIVITA' RICREATIVE

Lunedì, 27 Agosto 2012 12:14

“Linea guida”

E' stata approvata nella Conferenza tra Stato e Regioni, su proposta della Commissione permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro, la linea guida per l’attuazione degli obblighi previsti dal Titolo VIII, Capo II, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., concernenti le prescrizioni minime per la tutela dei lavoratori dai rischi derivanti dall’esposizione a rumore nei settori della musica, delle attività ricreative e dei call center.

La linea guida, approvata dalla Commissione permanente per la salute e la sicurezza sul lavoro nella seduta del 7 marzo 2012 e definite nella Conferenza tra Stato e Regioni del 25 luglio 2012, chiarisce alcuni dubbi applicativi della normativa vigente.
Premesso che il settore dei call center sarà oggetto dei lavori della Commissione consultiva permanente, si riporta di seguito una sintesi del contenuto della linea guida.
 
L’art. 190 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. si applica a tutte le attività svolte al chiuso o all’aperto che comportano una esposizione dei lavoratori al rumore in modo non occasionale. Detta occasionalità deve essere rapportata all’esposizione personale del lavoratore che deve essere superiore ai valori inferiori di azione [LEX = 80 dB e ppeak = 135 dB (C)], di cui all’art. 189, c. 1, lett. c) del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., per un periodo inferiore di 3 settimane l’anno e/o inferiore di 12 giornate l’anno.
 
Le metodologie di valutazione e di misurazione del rischio rimangono inalterate e, quindi, devono essere eseguite conformemente all’art. 190 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., in ottemperanza delle norme tecniche UNI EN 9612:2011 e UNI EN 9432:2011 concernenti gli aspetti metodologici e metrologici. Per l’esposizione al rumore non esclusivamente di tipo ambientale ma dipendente dall’emissione sonora trasmessa da apparecchi ricetrasmittenti, quali auricolari e cuffie, è necessario ricorrere alle metodologie di misura indicate nelle norme tecniche UNI EN ISO 11904-1:2006 e UNI EN ISO 11904-2:2006.
 
Il Datore di Lavoro, al fine di valutare i rischi derivanti dall'esposizione al rumore, deve tener conto di diversi fattori, tra cui:
- Tipologia dell'attività: spettacolo dal vivo o riprodotto;
- Tipologia del genere di musica eseguita e articolazione nell'anno delle prove e degli spettacoli;
- Tipologia dei luoghi dove l'attività è svota: sede permanente o più luoghi;
- Modalità d'uso delle apparecchiature ed esposizione ai livelli di pressione: con o senza ausilio di aplificazione.
 
Nel capitolo 5 della linea guida sono indicate diverse strategie e consigli tecnici per limitare l’esposizione al rumore dei lavoratori per specifici ambienti di spettacolo e pubblico intrattenimento come ad esempio l’installazione di schermi fonoassorbenti o la predisposizione degli amplificatori.
 
Per quanto concerne l’informazione e la formazione dei lavoratori, di cui all’art. 195 del d.lgs. n. 81/08 e s.m., la linea guida suggerisce di predisporre dei supporti informativi utili al fine di evitare il diffondersi di informazioni errate e di pregiudizi (es. elenco di FAQ) e di fornire istruzioni adeguate sull’uso e la manutenzione corretta dei D.P.I.-u.
Per permettere al lavoratore di abituarsi gradualmente ad una nuova percezione uditiva dei suoni e quindi ad un ascolto attutito durante la propria attività lavorativa, la linea guida, inoltre, propone di considerare un congruo periodo di uso dei dispositivi nelle differenti condizioni di lavoro, eventualmente considerando diverse scelte tra strumento e strumento e tra vari repertori musicali.
 
Nella Tabella 2, concludendo, sono riportati diversi esempi utili al fine di individuare le attività e i lavoratori potenzialmente esposti al rischio rumore nei settori della musica e dell’intrattenimento che potrebbero essere oggetto della sorveglianza sanitaria, di cui agli artt. 41, 185 e 196 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., con particolare attenzione alle diverse indagini strumentali da effettuare in fase di prima visita e di controllo periodico in relazione alla mansione svolta.
(Vittorio Sasso)

 

Addetti al primo soccorso aziendale

Lunedì, 06 Agosto 2012 20:30

 blendedpsoc

 

 

 

 

 

 

definizione

Il datore di lavoro deve designare uno o più addetti al primo soccorso, ai sensi dall'art. 18, c. 2, lett. b), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Il ruolo principale degli addetti al primo soccorso è di assistere l'infortunato in attesa dei soccorsi specializzati

 

finalita' del corso

Il corso permette di acquisire specifiche competenze teorico-pratiche per l'attuazione delle misure di primo intervento e per l'attivazione degli interventi di pronto soccorso

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato in modalità Blended (E-learning e d'aula)blended1

Il corso permette al discente di ricevere una formazione completa attraverso l'utilizzo contemporaneo di due strumenti: la formazione a distanza su piattaforma e-learning e la formazione d'aula presso una della nostre sedi

Il corso, così struttrato, rispetta a pieno i requisiti richiesti dall'Accordo Stato-Regione del 21 dicembre 2011, garantendo una formazione di elevata qualità e tecnologicamente avanzata

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono suddivisi in tre gruppi che tengono conto della tipologia di attività svolta, del numero di lavoratori occupati e dei fattori di rischio ed un gruppo riguardante l'aggiornamento periodico:

AGRUPPO A (attività industriali, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive ed altre attività minerarie, lavori in sotterraneo, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni. Aziende o unità riproduttive con oltre cinque lavoratori. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto agricoltura)

BGRUPPO B/C (aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A)

 

Durata dei corsi

A16 ore - (10 ore in modalità e-learning e 2 incontri da 3 ore in modalità d'aula)

B12 ore - (8 ore in modalità e-learning e 1 incontro da 4 ore in modalità d'aula)

 

Programma del corso

 

MODULO A (E-learning)

  • Allertare il sistema di soccorso
  • Riconoscere un'emergenza sanitaria
  • Attuare gli interventi di primo soccorso
  • Conoscere i rischi specifici dell'attività svolta

 

MODULO B (E-learning)

  • Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro
  • Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

 

MODULO C (Aula)

  • Acquisire capacità di intervento pratico

 

Aggiornamento previsto

Ogni 3 anni per tutti i 3 gruppi

 

Date e sedi dei corsi

Il percorso formativo si articola in tre moduli distinti, di cui i primo due sono di tipo teorico (MODULO A e B) erogati in modalità e-learning, mentre il terzo è di tipo prettamente pratico riguardante le principali tecniche di primo intervento (MODULO C) ed è svolto interamente in aula presso le nostre sedi di Bari e Bisceglie (BT) come da calendario

calendario corsi

L'accesso alla parte d'aula del corso è subordinato al superamento dei moduli previsti in modalità e-learning!

 

Costi

A€ 200,00 (IVA inclusa)

B€ 150,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) GRUPPO A€ 180,00 IVA INCLUSAanziché € 200,00 IVA INCLUSA

B) GRUPPO B/C€ 140,00 IVA INCLUSAanziché € 150,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi blended

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo in e-learning, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Docenti

Le docenze sono svolte da personale medico con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materia di primo soccorso aziendale

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo che, presente all'interno di ogni unità didattica e-learning, permette la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla gestione del primo soccorso e alle competenze tecniche acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

 blended

 

 

 

 

 

definizione

Il datore di lavoro all'esito della valutazione dei rischi d'incendio designa i lavoratori addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell'emergenza e assicura ad essi una formazione idonea e conforme a quanto previsto nell'allegato IX del d.m. 10.03.1998

 

finalita' del corso

Il corso permette di acquisire specifiche competenze tecniche per fronteggiare le emergenze

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato in modalità Blended (e-learning e d'aula)blended1

Il corso permette al discente di ricevere una formazione completa attraverso l'utilizzo contemporaneo di due strumenti: la formazione a distanza su piattaforma e-learning e la formazione d'aula presso una delle nostre sedi

Il corso, così strutturato, rispetta a pieno i requisiti richiesti dall'Accordo Stato-Regione del 21 dicembre 2011, garantendo una formazione di elevata qualità e tecnologicamente avanzata

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono stati suddivisi in due classi associate ai livelli di rischio di appartenenza dell'attività:

ARISCHIO MEDIO

BAGGIORNAMENTO RISCHIO MEDIO

 

Durata dei corsi

A8 ore - (5 ore in modalità e-learning e 1 incontro da 3 ore in modalità d'aula)

B5 ore - (2 ore in modalità e-learning e 1 incontri da 3 ore in modalità d'aula)

 

Programma del corso

 

MODULO 1. L'INCENDIO E LA PREVENZIONE (E-learning)

  • Principi sulla combustione e l'incendio
  • Le sostanze estinguenti
  • Triangolo della combustione
  • Le principali cause di un incendio
  • Rischi alle persone in caso di incendio
  • Principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi

 

MODULO 2. PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO (E-learning)

  • Le Principali misure di protezione contro gli incendi
  • Vie di esodo
  • Procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme
  • Procedure per l'evcuazione
  • Rapporti con i vigili del fuoco
  • Attrezzature ed impianti di estinzione
  • Sistemi di allarme
  • Segnaletica di sicurezza
  • Illuminazione di emergenza

 

MODULO 3. ESERCITAZIONI PRATICHE (Aula)

  • Presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi
  • Presa visione e chiarimenti sulle attrezzature di protezione individuale
  • Esercitazione sull'uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi ed idranti

 

Aggiornamento previsto

Ogni 3 anni

 

Date e sedi dei corsi

I moduli 1 e 2 sono erogati in modalità e-learning mentre il modulo 3 è svolto interamente in aula presso le nostre sedi di Bari e Bisceglie (BT) come da calendario

calendario corsi

L'accesso alla parte d'aula del corso è subordinato al superamento dei moduli previsti in modalità e-learning!

 

Costi

A€ 120,00 (IVA inclusa)

B€ 100,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) RISCHIO MEDIO€ 110,00 IVA INCLUSAanziché € 120,00 IVA INCLUSA

B) AGGIORNAMENTO RISCHIO MEDIO€ 90,00 IVA INCLUSAanziché € 100,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi blended

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo in e-learning, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materia di prevenzione e lotta antincendio

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo che, presente all'interno di ogni unità didattica e-learning, permette la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

DATI AGGREGATI SANITARI E DI RISCHIO

Martedì, 31 Luglio 2012 11:06

“Contenuti e modalità di trasmissione”

Il Ministero della Salute, di concerto con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha definito, con decreto interministeriale, i contenuti e le modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, ai sensi dell'articolo 40 del decreto legislativo 81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il decreto definisce i nuovi contenuti degli allegati 3A e 3B e le modalità di trasmissione delle informazioni di cui al comma 1 dell'art. 40 del dl.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

Il decreto interministeriale del 9 luglio 2012, nell'allegato I, definisce i contenuti minimi che la cartella sanitaria e di rischio devono avere, modificando ed integrando quelli presenti nell'allegato 3A del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..
 
Nell'art. 2, c. 3, del decreto interminsteriale si evidenzia la responsabilità diretta del Datore di Lavoro che non abbia fornito le informazioni richieste dal Medico Competente, senza che a quest'utimo sia imputata alcuna forma di responsabilità. Difatti, nel primo periodo del medesimo c. 3, è rimarcata  la responsabilità del Medico Competente che risponde della raccolta, dell'aggiornamento e della custodia delle informazioni inerenti la cartella sanitaria e di rischio.
 
I contenuti delle informazioni da comunicare, relativi ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, sono specificati nell'allegato II del decreto interministeriale che modifica ed integra l'allegato 3B del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..
Infine, tutte le comunicazioni di cui al capoverso precedente devono essere fatte esclusivamente per via telematica, ai sensi dell'art. 3, c. 3, del decreto 9 luglio 2012.
 
Il decreto, al fine di sperimentare le disposizioni in esso individuate, prevede un periodo transitorio di 12 mesi dall'entrata in vigore e nello specifico:
- Il termine per la trasmissione delle informazioni di cui all'allegato 3B, così come modificato nell'allegato II del decreto, scade il 30 giugno 2013 (art. 3, c. 2)
- La sanzioni prevista dall'art. 58, c. 1, lett. e), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. (da 1.000 a 4.000 euro per le violazione degli articoli 40, comma 1, e 41, commi 3, 5 e 6-bis) è sospesa sino al termine della sperimentazione che è fissato al 30 giugno 2013
 
Il decreto è stato Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 173 del 26 luglio 2012 ed entra in vigore decorsi 30 giorni dalla pubblicazione. 
(Vittorio Sasso)

Lavoratori - Rischio Basso, Medio e Alto

Venerdì, 27 Luglio 2012 12:36

 blended

 

 

 

 

 

definizione

Il lavoratore è la persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell‘organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell’ente stesso; l’associato in partecipazione di cui all’articolo 2549, e seguenti del codice civile; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all’articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione; i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile; il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. a), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso permette di individuare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse umane e strumentali a propria disposizione

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato in modalità mista Blended (e-learning e d'aula)blended1

Il corso permette al discente di ricevere una formazione completa attraverso l'utilizzo contemporaneo di due strumenti: la formazione a distanza su piattaforma e-learning e la formazione d'aula presso una delle nostre sedi

Il corso, così strutturato, rispetta a pieno i requisiti richiesti dall'Accordo Stato-Regione del 21 dicembre 2011, garantendo una formazione di elvata qualità e tecnologicamente avanzata

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono stati suddivisi in tre classi associate ai livelli di rischio di appartenenza dell'attività:

ABASSO

BMEDIO

CALTO

 

Durata dei corsi

A8 ore - (4 ore in modalità e-learning e 1 incontro da 4 ore in modalità d'aula)

B12 ore - (4 ore in modalità e-learning e 2 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

C16 ore - (4 ore in modalità e-learning e 3 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

 

Programma del corso

 

MODULO 1. GENERALE (E-learning)

  • Concetti di rischio
  • Danno
  • Prevenzione
  • Protezione
  • Organizzazione della prevenzione aziendale
  • Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali
  • Organi di vigilanza e controllo

 

MODULO 2. SPECIFICO (Aula)

  • Rischi infortuni
  • Meccanici generali
  • Elettrici generali
  • Macchine
  • Attrezzature
  • Cadute dall'alto
  • Rischio di esplosione
  • Rischi chimici
  • Nebbie - oli - fumi - vapori
  • Etichettatura
  • Rischi cancerogeni
  • Rischi biologici
  • Rischi fisici
  • Rumore
  • Vibrazione
  • Radiazioni
  • Microclima e illuminazione
  • Videoterminali
  • DPI e Organizzazione del lavoro
  • Ambiente di lavoro
  • Stress lavoro-correlato
  • Movimentazione manuale dei carichi
  • Segnaletica di sicurezza
  • Gestione delle emergenze
  • La procedure di sicurezza
  • Procedure organizzative per il primo soccorso
  • Incidenti e infortuni mancati
  • Curve di isorischio (come ridurre il rischio)

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Date e sedi dei corsi

Il MODULO 1 "Generale" è erogato in modalità e-learning mentre il MODULO 2 "Specifico" è svolto interamente in aula presso le nostre sedi di Bari e Bisceglie (BT) come da calendario

calendario corsi

L'accesso alla parte d'aula del corso è subordinato al superamento dei moduli previsti in modalità e-learning!

 

Costi

ARISCHIO BASSO >> € 120,00 (IVA inclusa)

BRISCHIO MEDIO >> € 160,00 (IVA inclusa)

CRISCHIO ALTO >> € 210,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) RISCHIO BASSOpromo courses€ 100,00 IVA INCLUSAanziché € 120,00 IVA INCLUSA

B) RISCHIO MEDIO€ 150,00 IVA INCLUSAanziché € 160,00 IVA INCLUSA

C) RISCHIO ALTO€ 200,00 IVA INCLUSAanziché € 210,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi blended

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo in e-learning, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo che, presente all'interno di ogni unità didattica e-learning, permette la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono accreditati e riconosciuti a livello nazionale dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immagine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

Preposti alla sicurezza

Mercoledì, 25 Luglio 2012 17:17

 blendedpreposti

 

 

 

 

 

 

definizione

Il Preposto è la persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchichi e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. e), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso permette di individuare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse umane e strumentali a propria disposizione

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato in modalità Blended (e-learning e d'aula)blended1

Il corso permette al discente di ricevere una formazione completa attraverso l'utilizzo contemporaneo di due strumenti: la formazione a distanza su piattaforma e-learning e la formazione d'aula presso una delle nostre sedi

Il corso, così strutturato, rispetta a pieno i requisiti richiesti dall'Accordo Stato-Regione del 21 dicembre 2011, garantendo una formazione di elvata qualità e tecnologicamente avanzata

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono stati suddivisi in tre classi associate ai livelli di rischio di appartenenza dell'attività:

ABASSO

BMEDIO

CALTO

 

Durata dei corsi

A16 ore - (4 ore in modalità e-learning e 3 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

B20 ore - (4 ore in modalità e-learning e 4 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

C24 ore - (4 ore in modalità e-learning e 5 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

 

Programma dei corsi

 

TEORIA (E-learning)

 

1Principali soggetti convolti e relativi obblighi:

  • I soggetti del Sistema di Prevenzione aziendale (definizioni)
  • Il campo di applicazione del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.
  • Responsabilità, compiti e obblighi dei soggetti
  • Il concetto di delega di funzioni
  • Il sistema sanzionatorio
  • Gestione delle risorse all'interno dell'azienda committente
  • Sorvgelianza, controllo e coordinamento per ridurre i rischi da interferenze e gli infortuni

 

2Definizione e individuazione dei fattori di rischio:

  • Definizione di pericolo, rischio e rischio residuo
  • Prevenzione e protezione dal rischio (differenze)
  • Classificazione dei rischi
  • Individuazione dei fattori di rischio
  • La segnaletica di sicurezza
  • I rischi presenti in azienda (definizioni e relative misure preventive e protettive da adottare)

 

PRATICA (Aula)

 

1Valutazione dei rischi:

  • Definizione matematica di rischio (algoritmo)
  • Curve di isorischio (come ridurre il rischio)

 

2Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione:

  • Tecniche di comunicazione aziendale
  • L'importanza delle procedure di sicurezza sul lavoro e la loro corretta applicazione
  • Esempi pratici di procedure di sicurezza

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni per tutti i 3 livelli di rischio

 

Date e sedi dei corsi

Il modulo di TEORIA è erogato in modalità e-learning mentre il modulo PRATICO è svolto interamente in aula presso le nostre sedi di Bari e Bisceglie (BT) come da calendario

calendario corsi

L'accesso alla parte d'aula del corso è subordinato al superamento dei moduli previsti in modalità e-learning!

 

Costi

ARISCHIO BASSO >> € 220,00 (IVA inclusa)

BRISCHIO MEDIO >> € 240,00 (IVA inclusa)

CRISCHIO ALTO >> € 260,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) RISCHIO BASSO€ 200,00 IVA INCLUSAanziché € 220,00 IVA INCLUSA

B) RISCHIO MEDIO€ 220,00 IVA INCLUSAanziché € 240,00 IVA INCLUSA

C) RISCHIO ALTO€ 240,00 IVA INCLUSAanziché € 260,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi blended

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo in e-learning, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo che, presente all'interno di ogni unità didattica e-learning, permette la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

Lavoratori - AGGIORNAMENTO

Mercoledì, 25 Luglio 2012 12:25

 fad

 

 

 

 

 

definizione

Il lavoratore è la persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell‘organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell’ente stesso; l’associato in partecipazione di cui all’articolo 2549, e seguenti del codice civile; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all’articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione; i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile; il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. a), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso di aggiornamento per Lavoratori permette di individuare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse umane e strumentali a propria disposizione

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

suddivisione del corso

Il corso è costituito da un unico modulo idoneo per tutti i livelli di rischio:

  • AGGIORNAMENTO

 

Durata del corso

  • 6 ore

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Stato del corso

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 21/24 h)

 

Durata massima del corso

60 gg.

 

Costo

  • € 90,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

AGGIORNAMENTO LAVORATORI€ 80,00 IVA INCLUSAanziché € 90,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi e-learning

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immagine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP Datore di Lavoro

Mercoledì, 25 Luglio 2012 11:40

 blended

 

 

 

 

 

definizione

«Salvo nei casi di cui all'art. 31, c. 6, il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione dai rischi...omissis» (definizione estratta dell'art. 34, c. 1, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso permette di individuare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse umane e strumentali a propria disposizione

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno pratico composto da esercitazioni, simulazioni e casi di studio

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato in modalità Blended (e-learning e d'aula)blended1

Il corso permette al discente di ricevere una formazione completa attraverso l'utilizzo contemporaneo di due strumenti: la formazione a distanza su piattaforma e-learning e la formazione d'aula presso una delle nostre sedi

Il corso, così struttrato, rispetta a pieno i requisiti richiesti dall'Accordo Stato-Regione del 21 dicembre 2011, garantendo una formazione di elevata qualità e tecnologicamente avanzata

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono stati suddivisi in tre classi associate ai livelli di rischio di appartenenza dell'attività:

ABASSO

BMEDIO

CALTO

 

Durata dei corsi

A16 ore - (8 ore in modalità e-learning e 2 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

B32 ore - (16 ore in modalità e-learning e 4 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

C48 ore - (24 ore in modalità e-learning e 6 incontri da 4 ore in modalità d'aula)

 

Programma del corso

 

MODULO 1. GIURIDICO NORMATIVO (E-learning)

  • Il sistema normativo in materia di sicurezza dei lavoratori
  • La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa
  • La "responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica" ex d.lgs. n. 231/2001 e s.m.i.
  • Il sistema istituzionale della prevenzione
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.: compiti, obblighi e responsabilità
  • Il sistema di qualificazione delle imprese

 

MODULO 2. GESTIONALE: gestione ed organizzazione della sicurezza (E-learning)

  • I criteri e gli strumenti per l'individuazione e la valutazione dei rischi
  • La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accreditamento degli stessi
  • La considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori
  • Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d'opera o di somministrazione
  • Il Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI)
  • La gestione delle documentaziona tecnica amministrativa
  • L'organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze

 

MODULO 3. TECNICO: individuazione e valutazione dei rischi (Aula)

  • I principali fattori di rischio e le realtive misure di tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
  • Il rischio da stress lavoro-correlato
  • I rischi ricollegabili al genere, all'età e alla provenienza da altri paesi
  • La sorveglianza sanitaria

 

MODULO 4. RELAZIONALE: formazione e consultazione dei lavoratori (Aula)

  • L'informazione, la formazione e l'addestramento dei lavoratori
  • Le tecniche di comunicazione
  • Il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda
  • La consultazione e la partecipazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)
  • Natura, funzioni e modalità di nomina e di elezione dei RLS

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni per tutti i 3 livelli di rischio

 

Date e sedi dei corsi

I MODULI 1 e 2 sono erogati in modalità e-learning mentre i MODULI 3 e 4 sono svolti interamente in aula presso le nostre sedi di Bari e Bisceglie (BT) come da calendario

calendario corsi

L'accesso alla parte d'aula del corso è subordinato al superamento dei moduli previsti in modalità e-learning!

 

Costi

ARISCHIO BASSO >> € 220,00 (IVA inclusa)

BRISCHIO MEDIO >> € 320,00 (IVA inclusa)

CRISCHIO ALTO >> € 420,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) RISCHIO BASSO€ 200,00 IVA INCLUSAanziché € 220,00 IVA INCLUSA

B) RISCHIO MEDIO€ 300,00 IVA INCLUSAanziché € 320,00 IVA INCLUSA

C) RISCHIO ALTO€ 400,00 IVA INCLUSAanziché € 420,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi blended

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo in e-learning, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo che, presente all'interno di ogni unità didattica e-learning, permette la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Esercitazioni pratiche, test e colloquio finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

 fadcerincfad

 

 

 

 

 

 

definizione

Il datore di lavoro all'esito della valutazione dei rischi d'incendio designa i lavoratori addetti alla prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione dell'emergenza e assicura ad essi una formazione idonea e conforme a quanto previsto nell'allegato IX del d.m. 10.03.1998

 

finalita' del corso

Il corso permette di acquisire specifiche competenze tecniche per fronteggiare le emergenze

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono stati suddivisi in due classi associate al livello di rischio incendio e all'aggiornamento:

ARISCHIO BASSO

BAGGIORNAMENTO RISCHIO BASSO

 

Durata dei corsi

ARISCHIO BASSO (4 ore)

BAGGIORNAMENTO RISCHIO BASSO (2 ore)

 

Aggiornamento previsto

Ogni 3 anni

 

Stato dei corsi

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 24/24 h)

 

Durata massima dei corsi

60 giorni

 

Costi

ARISCHIO BASSO € 90,00 (IVA inclusa)

BAGGIORNAMENTO RISCHIO BASSO € 80,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) RISCHIO BASSO€ 80,00 IVA INCLUSAanziché € 90,00 IVA INCLUSA

B) AGGIORNAMENTO RISCHIO BASSO€ 70,00 IVA INCLUSAanziché € 80,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi e-learning

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Programma del corso

ARISCHIO BASSO

MODULO 1. L'INCENDIO E LA PREVENZIONE

  • Principi della combustione
  • Prodotti della combustione
  • Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio
  • Effetti dell'incendio sull'uomo
  • Divieti e limitazioni di esercizio
  • Misure comportamentali
  • Organi di vigilanza e controllo

 

MODULO 2. PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO

  • Principali misure di protezione antincendio
  • Evacuazione in caso di incendio
  • Chiamata dei soccorsi

 

MODULO 3. ESERCITAZIONI PRATICHE

  • Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili
  • Istruzioni sull'uso degli estintori portatili effettuata attraverso dimostrazione pratica

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

Preposti alla sicurezza - AGGIORNAMENTO

Venerdì, 20 Luglio 2012 19:43

 fadcerprepel

 

 

 

 

 

definizione

Il Preposto è la persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchichi e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. e), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso di aggiornamento per Preposti alla sicurezza permette di individuare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse umane e strumentali a propria disposizione

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

suddivisione del corso

Il corso è costituito da un unico modulo idoneo per tutti i livelli di rischio:

  • AGGIORNAMENTO

 

Durata del corso

  • 6 ore

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Stato del corso

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 24/24 h)

 

Durata massima del corso

60 giorni

 

Costo

  • € 90,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

AGGIORNAMENTO PREPOSTI€ 80,00 IVA INCLUSAanziché € 90,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi e-learning

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

Dirigenti - FAD

Venerdì, 20 Luglio 2012 19:20

 fadcerdirigenti promo

 

 

 

 

 

definizione

Il Dirigente è la persona che, in ragione delle competenze professionali e dei poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, attua le direttive del Datore di Lavoro organizzando l'attività lavorariva e vigilando su di essa (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. d), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso permette al Dirigente di:

  • Raccogliere dai lavoratori le indicazioni concernenti la salute e la sicurezza sul lavoro
  • Individuare, valutare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse
  • Saper interpretare il Documento di Valutazione dei Rischi (D.V.R.) ed essere in grado di promuoverne l'elaborazione
  • Individuare e attuare le misure di prevenzione idonee a tutelare la salute e l'integrità fisica dei lavoratori nel rispetto della normativa vigente
  • Acquisire competenze relazionali e consapevolezza del ruolo

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

suddivisione dei corsi

I corso formativo è suddiviso in quattro moduli:

AGIURIDICO-NORMATIVO

BGESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA

CINDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

DCOMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI

 

Durata dei corsi

  • FORMAZIONE GENERALE (16 ore)
  • AGGIORNAMENTO (6 ore)

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Stato dei corsi

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 24/24 h)

 

Durata massima dei corsi

60 giorni

 

Costi

  • FORMAZIONE GENERALE >> € 170 (IVA inclusa)
  • AGGIORNAMENTO >> € 90 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

1) FORMAZIONE GENERALE€ 160 IVA INCLUSAanziché € 170 IVA INCLUSA

2) AGGIORNAMENTO€ 80 IVA INCLUSAanziché € 90 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi e-learning

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Programma del corso

 

MODULO 1: GIURIDICO-NORMATIVO

  • Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori
  • Gli organi di vigilanza e procedure ispettive
  • Soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.: compiti, obblighi resposabilità e tutela assicurativa
  • Delega di funzioni (art. 16 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)
  • La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa
  • La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica (d.lgs. n. 231/2001 e s.m.i.)
  • I sistemi di qualificazione delle imprese e le patente a punti in edilizia

 

MODULO 2: GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA SICUREZZA

  • Modelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (art. 30 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)
  • Gestionde della documentazione tecnico-amministrativa
  • Obblighi connessi ai contratti di appalto o di'opera o di somministrazione
  • Organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze
  • Madalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e gli adempimenti previsti dall'art. 18, c. 3-bis, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.
  • Il ruolo del Responsabile e degli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.)

 

MODULO 3: INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI RISCHI

  • Criteri e strumenti per individuare e valutare i rischi
  • Il rischio da stress lavoro-correlato (valutazione e misure preventive)
  • Il rischio derivante dalle differenze di genere, età, provenienza etnica e tipologia contrattuale
  • Il risschio da interferenze e sua gestione nello svolgimento dei lavori di cui all'art. 26 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.
  • Misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio
  • Gli infortuni mancanti e gli effetti della attività svolte da proposti e lavoratori
  • I Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • La cartellonistica di sicurezza
  • La sorveglianza sanitaria

 

MODULO 4: COMUNICAZIONE, FORMAZIONE E CONSULTAZIONE DEI LAVORATORI

  • Competenze relazionalie consapevolezza del ruolo
  • Importanza strategica dell'informazione, della formazione e dell'addestramento
  • Tecniche di comunicazione
  • Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti
  • Consultazione e partecipazione dei Rappresentanti dei Lavoratori della Sicurezza (R.L.S.)
  • Natura, funzioni e modalità nomina delle diverse figure aziendali per la sicurezza

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetible.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RLS - FAD

Venerdì, 20 Luglio 2012 17:44

 fadcerrls fad

 

 

 

 

 

definizione

«Persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro» (definizione estratta dell'art. 2, c. 1, lett. i), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)»

 

finalita' del corso

Il corso permette di individuare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse umane e strumentali a propria disposizione

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono stati suddivisi in tre classi di cui due sono associate all'aggiornamento periodico:

AFORMAZIONE GENERALE

BAGGIORNAMENTO (attività con più di 50 dipendenti)

CAGGIORNAMENTO (attività con meno di 50 dipendenti)

 

Durata dei corsi

A32 ore

B8 ore

C4 ore

 

Aggiornamento previsto

Ogni anno

 

Stato dei corsi

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 24/24 h)

 

Durata massima del corso

60 giorni

 

Costi

A€ 220,00 (IVA inclusa)

B€ 100,00 (IVA inclusa)

C€ 90,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) FORMAZIONE GENERALE€ 200 IVA INCLUSAanziché € 220 IVA INCLUSA

B) AGGIORNAMENTO (attività con più di 50 dipendenti)€ 90,00 IVA INCLUSAanziché € 100,00 IVA INCLUSA

C) AGGIORNAMENTO (attività con meno di 50 dipendenti)€ 80,00 IVA INCLUSAanziché € 90,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi e-learning

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Programma del corso

 

MODULO 1. GIURIDICO-NORMATIVO: studio e analisi della legislazione vigente

  • Principi giuridici comunitari e nazionali
  • Legislazione generale e speciali in materia di salute e sicurezza sul lavoro
  • Principali soggetti coinvolti e relativi obblighi

 

MODULO 2. TECNICO-PRATICO: individuare, valutare e gestire i rischi

  • Definizione e individuazione dei fattori di rischio
  • Valutazione dei rischi
  • Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione

 

MODULO 3. GESTIONALE: l'attivita' del RLS

  • Aspetti normativi dell'attività di rappresentanza dei lavoratori
  • Nozioni di tecnica della comunicazione

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

RSPP Datore di Lavoro - FAD

Venerdì, 20 Luglio 2012 13:26

 fad

 

 

 

 

 

definizione

«Salvo nei casi di cui all'art. 31, c. 6, il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione dai rischi...omissis» (definizione estratta dell'art. 34, c. 1, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

 

finalita' del corso

Il corso di aggiornamento per RSPP Datori di Lavoro permette di individuare e gestire i rischi attraverso un approccio tecnico-gestionale delle risorse umane e strumentali a propria disposizione con particolare attenzione alla normativa tecnico-giuridica vigente

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in modalità e-learning

 

suddivisione dei corsi

I corsi formativi sono stati suddivisi in quattro classi associate ai livelli di rischio di appartenenza dell'attività:

ABASSO

BMEDIO

CALTO

 

Durata dei corsi

A6 ore

B10 ore

C14 ore

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Stato dei corsi

Iscrizioni sempre aperte

 

Accesso alla piattaforma

Illimitato (7/7 gg. 24/24 h)

 

Durata massima dei corsi

60 giorni

 

Costi

A€ 90,00 (IVA inclusa)

B€ 120,00 (IVA inclusa)

C€ 140,00 (IVA inclusa)

 

Sconti e agevolazioni per iscrizioni on-line

A) RISCHIO BASSO€ 80,00 IVA INCLUSAanziché € 90,00 IVA INCLUSA

B) RISCHIO MEDIO€ 100,00 IVA INCLUSAanziché € 120,00 IVA INCLUSA

C) RISCHIO ALTO€ 120,00 IVA INCLUSAanziché € 140,00 IVA INCLUSA

ISCRIVITI ON-LINE!

 

Validita' dei corsi e-learning

La piattaforma e-learning rispetta in pieno tutti i punti stabiliti dal recente Accordo Stato-Regioni. La validazione degli attestati formativi e riconosciuta dall'EBPMI, soggetto ope legis ai sensi dell'art. 32, comma 4 del d.lgs. 9 aprile 2008, n. 81

 

Tutor

Durante l'intero percorso formativo, il discente ha sempre a disposizione un "E-Tutor" con una esperienza superiore a tre anni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

 

Realizzazione e Progettazione dei contenuti didattici

I contenuti sono realizzati e compilati da esperti nel settore della sicurezza sul lavoro. Tutti i corsi sono validati ed erogati dall' EBPMI che ne cura sia l'aspetto tecnico che l'aggiornamento normativo

 

Problem solving

E' lo strumento operativo, presente all'interno di ogni unità didattica che la formazione ancora più semplice ed intuitiva

 

La comunicazione all'interno dell'aula virtuale

Gli utenti hanno a loro disposizione una messaggistica privata, dove possono comunicare e d interagire tra gli altri utenti ed i docenti. E presente anche un Forum dove poter lasciare il loro feedback e valutazione sull'intera didattica e-learning

 

Registrazione dei dati

Tutti i documenti ed il tracciato del percorso formativo di ogni singolo discente, rimane a disposizione del corsista, dell'azienda e di verifiche da parte degli organi di vigilanza o degli ispettori della Sicurezza sul Lavoro.

 

Valutazione

Test finale valutativo del grado di apprendimento finalizzati a verificare le conoscenze relative alla normativa vigente e alle competenze tecnico-professionali acquisite durante il corso

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

 

Modalita' di iscrizione al corso

CLASSICA

Clicca sull'immaggine in basso ↓iscriviti corsoscarica la scheda di iscrizione, compilala e rinviala in uno dei seguenti formati:

 

ON-LINE

Clicca sull'immagine in basso ↓ onlinecompila il form, paga l'intera quota del corso con lo sconto applicato e sei subito iscritto ad un prezzo irripetibile.

 

Iscriviti al corso

iscriviti corso       online

PES e PAV - Rischio elettrico

Venerdì, 20 Aprile 2012 12:23

 

 

 

 

 

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato conformemente al d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. e alla norma tecnica CEI 11-27/1 per lavori non sotto tensione su sistemi di categorie 0-I-II-III e per lavori sotto tensione su sistemi di categorie 0-1

 

destinatari

Installatori e manutentori elettrici, addetti ai quadri, artigiani, RSPP, ASPP e operatori che possono essere esposti a rischi elettrici

 

finalita' del corso

Il corso permette al datore di lavoro, ai sensi delle norme tecniche CEI 11-27 (2005) e CEI EN 50110-1 (2005), di individuare le figure interne idonee ad intervenire sugli impianti elettrici fuori tensione o in prossimità di parti attive. L'idoneità si acquisisce tramite una formazione specifica al termine della quale si riconosce la qualifica di Pesona Esperta (PES) o di Persona Avvertita (PAV)

 

suddivisione del corso

Il corso formativo è stato suddiviso in due moduli:

AGIURIDICO-NORMATIVO

BTECNICO-PRATICO

 

Durata del corso

  • 14 ore - 4 incontri (2 incontri da 3 ore e 2 incontri da 4 ore)

 

Modalita'

Il corso è svolto interamente in aula presso la sede del cliente azienda

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di tecnico-pratico volto a comprendere le procedure da eseguire in sicurezza prima e durante i lavori fuori tensione o in prossimità di parti attive

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie elettrotecniche

 

Valutazione

Al termine dei moduli A e B si svolgerà una prima prova di verifica consistente in un questionario a risposta multipla. Il mancato superamento della prova comporta la ripetizione dei due moduli

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

 

AMODULO GIURIDICO-NORMATIVO (6 ore)

  • Presentazione del corso
  • Legislazione generale in materia di salute e sicurezza sul lavoro
  • Responsabilità dell'operatore
  • Norme CEI EN 50110-1, CEI EN 50110-2 e CEI 11-27
  • Attrezzatura di lavoro e scelta dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.)
  • La marcatura CE
  • Arco elettrico ed effetti sul corpo umano
  • Elettrocuzione e nozioni di primo soccorso

 

BMODULO TECNICO-PRATICO (8 ore)

  • Condizioni ambientali e preparazione del lavoro - criteri di sicurezza
  • Informazione del personale interessato
  • Procedure operative per mettere in sicurezza un impianto elettrico
  • Lavori in prossimità e relative misure di prevenzione e protezione dai rischi

 

Modalita' di iscrizione al corso

Il corso è attivabile su richiesta del cliente. Per ricevere un preventivo gratuito chiama lo 080 5560000 o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

PARTNERS

Mercoledì, 20 Giugno 2012 10:13

 conflavoro    ebpmi    ISFOR      valente      mdf            

 

Vuoi diventare anche tu nostro Partner?...Scopri come

PREVENIRE LE MALATTIE PROFESSIONALI

Giovedì, 07 Giugno 2012 09:16

“Come riconoscere i rischi”

La campagna, promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dall'INAIL, dal Minisero della Salute e dalle Regioni e Province autonome, nonché in collaborazione con le organizzazioni sindacali, è stata sviluppata al fine di aumentare il livello di prevenzione dei rischi attraverso l'acquisizione di conoscenze specifiche.

La campagna di sensibilizzazione è rivolta a Lavoratori, Datori di Lavoro e Medici, prendendo in esame i settori del trasporto, dell'agricoltura e della grande distribuzione, attività considerate a maggior rischio di esposizione a malattie professionali, con paricolare attenzione a due patologie: disturbi muscolo-scheletrici e malattie respiratorie.
Al fine di incidere sui comportamenti quotidiani di tutti i soggetti coinvolti nel sistema prevenzionistico per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, sono disponibili documenti, liste di controllo, normative e dati statistici.
I contenuti della campagna sono reperibili in rete nel sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
(Vittorio Sasso)
 

Accedi al portale

Clicca qui

Sorveglianza sanitaria

Lunedì, 28 Novembre 2011 13:20

Il nostro studio di consulenza dispone di medici specializzati in ogni branca che, attraverso il supporto di avanzate tecnologie medico-strumentali, garantiscono:

  • Visita medica generale del lavoro
  • Esame audiometrico
  • Esame spirometrico
  • Esame elettrocardiografico
  • Visita oculistica
  • Esame ecografico e radiografico
  • Esame clinico-chimico e tossicologico
  • Eame muscolo-scheletrico
  • Visita pre-assuntiva e periodica dei dipendenti con rilascio di idoneità lavorativa

 

 

                              calcolaprev                               askprev

DUVRI E CONTRATTI D'APPALTO

Lunedì, 28 Maggio 2012 11:10

“Procedure per la gestione delle interferenze”

L'INAIL, in collaborazione con confindustria Vercelli Valsesia, propone un progetto volto a definire le procedure da seguire per gestire le interferenze in caso di contratti d'appalto, d'opera o somministrazione, in ottemperanza dell'art. 26 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

Le procedure, rese pubbliche e visionabili sul web, sono organizzate in modo da fornire ai datori di lavoro committenti informazioni utili al fine di:
1.  Verificare l'idoneità tecnico professionale delle imprese appaltatrici, subappaltatrici e lavoratori autonomi
2.  Cooperare per le misure di prevenzione e protezione dai rischi e coordinare la reciproca informazione
3.  Elaborare e compilare il Documento Unico dei Rischi da Inteferenze (DUVRI)
(Vittorio Sasso)
 

Accedi al portale

Clicca qui

DISPOSIZIONI URGENTI

Martedì, 15 Maggio 2012 11:35

“Settore ferroviario, marittimo e portuale e autocertificazione del datore di lavoro”

Il 12 maggio, con d.l. n. 57, sono state emanate disposizioni urgenti atte a colmare il vuoto normativo scaturito dall’abrogazione della normativa speciale in materia di salute e sicurezza nei settori ferroviario, marittimo e portuale, come previsto nell’art. 3, c. 3, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. , e dall’espressa esclusione dell’applicabilità del decreto a tali settori (v. Titolo II, Capo I, art. 62, c. 2, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.).

Nel decreto, inoltre, è stato definito il termine massimo entro cui il datore di lavoro che occupa fino a 10 dipendenti deve elaborare il documento di valutazione dei rischi secondo le procedure standardizzate, non potendo più autocertificare suddetta valutazione, come previsto dall’art. 29, c. 5, secondo periodo, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i..

Premesso che nell'art. 3 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. è definito il campo di applicazione del decreto e le attività a cui è rivolto, si chiarisce quanto segue.
Al c. 3 del citato articolo è previsto che entro 12 mesi dall'entrata in vigore del d.lgs. n. 81/08, con successivi decreti «omissis...si provvede a dettare le disposizioni necessarie a consentire il coordinamento con la disciplina recata dal presente decreto della normativa relativa alle attività lavorative a bordo delle navi, di cui al decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 271, in ambito portuale, di cui al decreto legislativo 27 luglio 1999, n. 272, e per il settore delle navi da pesca, di cui al decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 298, e l’armonizzazione delle disposizioni tecniche di cui ai titoli dal II al XII del medesimo decreto con la disciplina in tema di trasporto ferroviario contenuta nella legge 26 aprile 1974, n. 191, e relativi decreti di attuazione».
Per effetto dell'entrata in vigore del d.l. n. 57/2012, il predetto comma è modificato come segue.
Le parole:
 
"Fino alla scadenza del termine di cui al c. 2"
 
sono sostituite dalle seguenti
 
"Fino all'emanazione dei decreti di cui al c. 2"
 
e la frase
 
"decorso inutilmente tale termine, trovano applicazione le disposizioni di cui al presente decreto"
 
è soppressa
 
Le modifiche apportate al d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., in attuazione del d.l. n. 57/2012, quindi, pongono la necessità di «omissis...scongiurare il rischio di una sospensione delle attività operative nei settori ferroviario, marittimo e portuale, determinata dall'impossibilità di applicare le disposizioni tecniche previste dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, incompatibili con gli attuali standard tecnici di esercizio applicati ai citati settori».
 
Per ciò che concerne l’autocertificazione della valutazione dei rischi da parte del datore di lavoro che occupa fino a 10 dipendenti, nelle more della definizione delle procedure standardizzate previste dall’art. 6, c. 8, lett. f), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., all’art. 29, c. 5, secondo periodo, del medesimo decreto , le parole:
 
"Fino alla scadenza del diciottesimo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale di cui all’articolo 6, comma 8, lettera f), e, comunque, non oltre il 30 giugno 2012"
 
sono sostituite dalle seguenti
 
"Fino alla scadenza del terzo mese successivo alla data di entrata in vigore del decreto interministeriale di cui all’art. 6, c. 8, lett. f), e, comunque non oltre il 31 dicembre 2012"
 
A decorrere dal 1 gennaio 2013, quindi, i datori di lavoro che occupano fino a 10 dipendenti e che non hanno mai effettuato la valutazione dei rischi non potranno più autocertificare tale valutazione e dovranno provvedervi secondo le procedure standardizzate, attualmente in fase di elaborazione e prossime all'emanazione. 
(Vittorio Sasso)

“Pubblicato il manuale illustrativo”

La Commissione, nell’introduzione del “Manuale”, precisa che è stata illustrata una “storia tipo” alla quale seguono specifiche procedure da rispettare e, quindi, che tali procedure devono essere adattate alle diverse realtà lavorative che si possono presentare in relazione al lavoro da compiere e, non ultimo, all'ambiente in cui si deve operare.
 
Questo “Manuale”, definisce la Commissione, «rappresenta il primo volume di una serie che avrà l’obiettivo di approfondire e fornire soluzioni tecniche, organizzative e procedurali per i lavori da realizzare nelle diverse tipologie di ambienti sospetti di inquinamento o confinati, al fine di mettere a disposizione degli operatori un “catalogo” di soluzioni valide ed efficaci».
 
Il documento, approvato nella seduta del 18 aprile 2012, è rivolto alle piccole e medie imprese che si occupano di bonifiche e/o manutenzione in ambienti confinati quale strumento di riferimento che, come evidenzia la Commissione, «non può sostituirsi ad una valutazione e gestione del rischio che va calata in ogni specifica realtà».
(Vittorio Sasso)
 

Approfondisci

Clicca qui

ACCESSORI DI TAGLIO

Mercoledì, 09 Maggio 2012 17:02

“Divieto di immissione sul mercato”

Il Ministero dello Sviluppo Economico, vista la Decisione C(2011) 9772 della Commissione europea del 29 gennaio 2012, emana il 26 aprile 2012 il Decreto che «vieta l’immissione sul mercato di accessori di taglio del tipo a flagelli costituiti da diverse parti metalliche collegate e destinate ad essere montati su decespugliatori portatili» (art. 1, c. 1, del Decreto).

L'art 8, c. 2, del d.lgs. n. 17/2010, in attuazione della Direttiva europea 2006/42/CE "Direttiva Macchine", definisce che «omissis...qualora la Commissione europea...omissis...adotta misure che richiedono agli Stati Membri di vietare o limitare l’immissione sul mercato di macchine di cui al comma 1 o di assoggettare tali macchine a particolari condizioni, il Ministero dello sviluppo economico provvede sulla base delle indicazioni fornite dalla Commissione europea».
 
Ai fini dei controlli, dei provvedimenti e delle sanzioni relative alla violazione del divieto di immettere sul mercato suddetti accessori di taglio, si applicano le disposizioni del d.lgs. n. 17/2010, con partiolare attenzione alle prescrizioni di cui agli artt. 6 e 15, c. 1.
 
Di seguito l'excursus legis.
Il tutto comincia nel 2008 quando le autorità svedesi comunicano alla Commissione europea e alle autorità degli Stati membri la pericolosità degli accessori di taglio montati su decespugliatori portatili.
Nel 2010, analogamente, le autorità del Regno Unito, in seguito ad un incidente mortale avvenuto durante l'impiego di un decespugliatore, ritirano gli accesori di taglio in questione e ne vietano l'uso, chiedendo  alla Commissione europea di valutare l'opportunità di proibire agli Sati membri l'immissione sul mercato di tali accessori.
Gli accessori di taglio, inoltre, non coperti dalla valutazione del rischio, dalla dichiarazione di comformità CE e dalle istruzioni d'uso di un fabbricante di decespugliatori, costituiscono una attrezzature interscambiabile, ai sensi dell'art. 2, lett. b), della Direttiva 2006/42/CE. Infatti, la predetta Direttiva, al punto 1.1.3 dell'allegato I, prevede che siano prese precauzioni per evitare i rischi derivanti dalla caduta o dalla proiezione di oggetti, dovuti alla disintegrazione o alla rottura degli stessi. Quindi, gli elementi o accessori devono essere montati, disposti e protetti in modo che i loro eventuli frammenti siano trattenuti (v. norma tecnica EN ISO 11806:2008).
Concludendo, gli accessori di taglio del tipo a flagello per decespugliatori portatili non ottemperano le prescizioni di cui ai punti 1.3.2 e 1.3.3 dell'Allegato I delle Direttiva 2006/42/CE, costituendo essi stessi un rischio rilevante di incidenti letali o invalidanti per gli utilizzatori e le persone presenti nel raggio d'azione.
Il 22 ottobre 2010 la Commissione europea ha consultato la Federazione europea delle macchine da giardino proponendo le misure da prendere sugli accessori di taglio pericolosi montati su decespugliatori portatili. La Federazione, accettando le misure proposte, ha dato il via al processo giuridico-decisionale che in data 12 gennaio 2012 ha portato la Commissione europea a interdire gli Sati membri dall'immettere sul mercato suddetti accessori.
(Vittorio Sasso)

PLE - Piattaforme di Lavoro Elevabili

Domenica, 08 Aprile 2012 11:24

 

 

 

 

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato conformemente ai requisiti minimi richiesti dall'Allegato III dell'Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 "Abilitazione degli operatori nell'uso delle attrezzature di lavoro"

 

destinatari

Addetti all'utilizzo di Piattaforme di Lavoro Elevabili

 

finalita' del corso

Il corso permette di valutare e gestire i rischi connessi all'uso delle PLE con e senza stabilizzatori

 

suddivisione del corso

Il corso formativo è stato suddiviso in tre moduli:

AGIURIDICO-NORMATIVO

BTECNICO

CPRATICO

 

Durata del corso

  • 10 ore - 1 incontro da 4 ore + 2 incontri da 3 ore (formazione generale)
  • 4 ore - 1 incontro (aggiornamento)

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in aula presso la sede del cliente azienda

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno tecnico ed uno pratico volti a comprendere le procedure da eseguire in sicurezza durante l'utilizzo delle Piattaforme di Lavoro Elevabili con e senza stabilizzatori

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Al termine dei moduli A e B si svolgerà una prima prova di verifica consistente in un questionario a risposta multipla. Il mancato superamento della prova comporta la ripetizione dei due moduli

Il superamento della prova consentirà il passaggio alla seconda parte del corso (modulo C)

Al termine del modulo C avranno luogo 3 prove pratiche riguardanti lo spostamento e stabilizzazione/effettuazione di manovre/simulazione di manovra in emergenza delle PLE. Il mancato superamento di una delle prove comporta la ripetizione del solo modulo C

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

 

AMODULO GIURIDICO-NORMATIVO (1 ora)

  • Presentazione del corso
  • Legislazione generale in materia di salute e sicurezza sul lavoro
  • Responsabilità dell'operatore

 

BMODULO TECNICO (3 ore)

  • Categorie di PLE: vari tipi e descrizione delle caratteristiche generali e specifiche
  • Componenti strutturali
  • Dispositivi di comando e di sicurezza
  • Controlli da effettuare prima dell'utilizzo
  • DPI specifici da utilizzare con le PLE
  • Modalità di utilizzo in sicurezza e rischi
  • Procedure operative di salvataggio

 

CMODULO PRATICO - utilizzo PLE con e senza stabilizzatori (6 ore)

  • Individuazione dei componenti strutturali
  • Dispositivi di comando e di sicurezza
  • Controlli pre-utilizzo
  • Controlli prima dell'utilizzo su strada
  • Pianificazione del percorso
  • Movimentazione e posizionamento della PLE
  • Esercitazioni di pratiche operative
  • Manovre di emergenza
  • Messa a riposo della PLE a fine lavoro

 

Modalita' di iscrizione al corso

Il corso è attivabile su richiesta del cliente. Per ricevere un preventivo gratuito chiama lo 080 5560000 o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Carrellisti

Mercoledì, 02 Maggio 2012 18:03

 

 

 

 

 

 

 

caratteristiche del corso

Il corso è erogato conformemente ai requisiti minimi richiesti dall'Allegato VI dell'Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 "Abilitazione degli operatori nell'uso delle attrezzature di lavoro"

 

destinatari

Addetti all'utilizzo di carrelli elevatori semoventi

 

finalita' del corso

Il corso permette di valutare e gestire i rischi connessi all'uso del carrello elevatore

 

suddivisione del corso

Il corso formativo è stato suddiviso in tre moduli:

AGIURIDICO-NORMATIVO

BTECNICO

CPRATICO

 

Durata del corso

  • FORMAZIONE GENERALE (12 ore - 3 incontri da 4 ore)
  • AGGIORNAMENTO (4 ore - 1 incontro)

 

Aggiornamento previsto

Ogni 5 anni

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in aula presso la sede del cliente azienda

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno tecnico ed uno pratico volti a comprendere le procedure da eseguire in sicurezza durante l'utilizzo del carrello elevatore

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Al termine dei moduli A e B si svolgerà una prima prova di verifica consistente in un questionario a risposta multipla. Il mancato superamento della prova comporta la ripetizione dei due moduli

Il superamento della prova consentirà il passaggio alla seconda parte del corso (modulo C)

Al termine del modulo C avrà luogo una prova pratica di motaggio/smontaggio/trasformazione di ponteggi e realizzazione di ancoraggi. Il mancato superamento di quest'ultima prova comporta la ripetizione del solo modulo C

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

 

AMODULO GIURIDICO-NORMATIVO (1 ora)

  • Presentazione del corso
  • Legislazione generale in materia di salute e sicurezza sul lavoro
  • Responsabilità dell'operatore

 

BMODULO TECNICO (7 ore)

  • Tipologie e caratteristiche dei vari vericoli per il trasporto interno: transpallet manuali, carrelli elevatori frontali a contrappeso
  • Principali rischi connessi all'impiego di carrelli semoventi
  • Nozioni elementari di fisica
  • Tecnologia dei carrelli semoventi
  • Componenti principali
  • Sistemi di ricarica batterie
  • Sistemi di comando e di sicurezza
  • Le condizioni di equilibrio
  • Controlli e manutenzioni
  • Modalità di utilizzo in sicurezza

 

CMODULO PRATICO (4 ore)

  • Illustrazione dei vari componenti e delle sicurezze
  • Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge conformemente alle istruzioni d'uso del carrello
  • Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico

 

Modalita' di iscrizione al corso

Il corso è attivabile su richiesta del cliente. Per ricevere un preventivo gratuito chiama lo 080 5560000 o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Pi.M.U.S. - Ponteggisti

Sabato, 07 Aprile 2012 16:26

 

 

 

 

 

 

destinatari

Addetti al montaggio uso e smontaggio in sicurezza di ponteggi fissi e mobili

 

finalita' del corso

Il corso permette di valutare e gestire i rischi connessi al montaggio, smontaggio e l'uso dei ponteggi nel rispetto della legislazione vigente e delle norme di buona tecnica e di buone prassi

 

suddivisione del corso

Il corso formativo è stato suddiviso in quattro moduli:

AGIURIDICO-NORMATIVO

BTECNICO

CPRATICO

DVERIFICA

 

Durata del corso

  • 32 ore - 8 incontri da 4 ore (formazione generale)
  • 4 ore - 1 incontro (aggiornamento)

 

Modalita' e sede

Il corso è svolto interamente in aula presso la sede del cliente azienda

 

Aggiornamento previsto

Ogni 4 anni 

 

Metodologia

Il percorso formativo è caratterizzato da un approccio teorico sulle disposizioni legislative e la loro corretta applicazione, nonché di uno tecnico ed uno pratico volti a comprendere le procedure da eseguire in sicurezza durante il montaggio, uso e smontaggio dei poteggi fissi e mobili

 

Docenti

Docenti con pluriennale esperienza nell'insegnamento ed abilitati alla docenza in materie tecniche, giuridiche e gestionali per la salute e la sicurezza sul lavoro

 

Valutazione

Al termine dei moduli A e B si svolgerà una prima prova di verifica consistente in un questionario a risposta multipla. Il mancato superamento della prova comporta la ripetizione dei due moduli

Il superamento della prova consentirà il passaggio alla seconda parte del corso (modulo C)

Al termine del modulo C avrà luogo una prova pratica di motaggio/smontaggio/trasformazione di ponteggi e realizzazione di ancoraggi. Il mancato superamento di quest'ultima prova comporta la ripetizione del solo modulo C

 

Attestato

Gli attestati rilasciati dal nostro Centro di Formazione Paritetico Territoriale (CFPT) sono riconosciuti a livello nazionale e accreditati dall'Ente Bilaterale Piccole e Medie Imprese (EBPMI) ente di formazione operante nel campo della salute e sicurezza sul lavoro, ai sensi del punto 1. dell'Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

Le assenze per il corso svolto in aula non possono essere superiori al 10% del monte ore complessivo del corso, pena il mancato conseguimento dell'attestato

 

Programma del corso

 

AMODULO GIURIDICO-NORMATIVO (4 ore)

  • Legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro
  • Analisi dei rischi
  • La sicurezza nei cantiere e i lavori in quota

 

BMODULO TECNICO (10 ore)

  • Piano di montaggio, uso e smontaggio in sicurezza (Pi.M.U.S.): autorizzazione ministeriale, disegno esecutivo, progetto
  • DPI anticaduta: caratteristiche, uso e manutenzione
  • Ancoraggi: tipologie e tecniche
  • Verifiche: primo impianto, periodiche e straordinarie

 

CMODULO PRATICO (14 ore)

  • Montaggio-smontaggio-trasformazione di ponteggio a tubi e giunti (PTG)
  • Montaggio-smontaggio-trasformazione di ponteggio a telai prefabbricati (PTP)
  • Montaggio-smontaggio-trasformazione di ponteggio a montanti e traversi prefabbricati (PMTP)
  • Gestione dell'emergenza e salvataggio

 

DMODULO DI VERIFICA (4 ore)

  • Prova di verifica finale condotta attraverso il montaggio, smontaggio e trasformazione di parti di ponteggi (PTG, PTP e PMTP)

 

Modalita' di iscrizione al corso

Il corso è attivabile su richiesta del cliente. Per ricevere un preventivo gratuito chiama lo 080 5560000 o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CAMPI ELETTROMAGNETICI

Giovedì, 03 Maggio 2012 18:22

“Proroga dei tempi di applicazione”

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea la direttiva n. 2012/11/UE riguardante le prescrizioni minime di sicurezza e salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dai campi elettromagnetici.

La Commissione, resasi conto della difficoltà da parte degli Stati membri di recepire la direttiva 2004/40/CE, la quale indicava quale termine ultimo di attuazione il 30 aprile 2012,  ha deciso di posticipare tale termine al 31 ottobre 2013.
Lo scopo della direttiva 2004/40/CE era quello di garantire un elevato livello di protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori non limitando il normale svolgimento delle attività mediche ed industriali che prevedono l'utilizzo dei campi elettromagnetici.
 
L'art. 306, c. 3, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., inoltre, prevede che per le misure preventive e protettive dai rischi connesse all'esposizione a campi elettromagnetici, in ottemperanza delle disposizioni contenute nel Titolo VIII Capo IV del medesimo decreto, debbano entrare in vigore il 30 aprile 2012, ai sensi dell'art. 13, par. 1 della direttiva 2004/40/CE, termine ad oggi prorogato al 31 ottobre 2013, in ottemperanza all'art. 1 della direttiva 2012/11/UE.
Quindi, con l'entrata in vigore della direttiva 2012/11/UE, il termine di entrata in vigore delle disposizioni di cui al Capo IV del Titolo VIII del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i è fissato al 31 ottobre 2013.
(Vittorio Sasso)

 

Piano Operativo di Sicurezza

Lunedì, 04 Aprile 2011 02:00

Il Piano Opertivo di Sicurezza (P.O.S.) è il documento che il datore di lavoro dell'impresa esecutrice redige, in riferimento al singolo cantiere interessato, ai sensi dell'articolo 17 comma 1, lettera a), i cui contenuti sono riportati nell’ ALLEGATO XV (definizione estratta dall'art. 89, c. 1, lett. h), del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.).

 


 

Obiettivi

Obiettivo del P.O.S. è di descrivere le fasi operative che saranno eseguite nel cantiere, individuare tutte le eventuali fasi critiche del processo e  prescrivere tutte le azioni atte a prevenire o ridurre i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori.

 

Contenuti Minimi

ADati identificativi dell'impresa esecutrice, che comprendono:

  • il mominativo del datore di lavoro, gli indirizzi ed i riferimenti telefonici della sede legale e degli uffici di cantiere;
  • la specifica attività e le singole lavorazioni svolte in cantiere dall'impresa esecutrice e dai lavoratori autonomi affidatari;
  • i nominativi degli addetti al primo soccorso, antincendio e gestione delle emergenze in cantiere, del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.);
  • il nominativo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.) e, ove previsto, del Medico competente;
  • i nominativi del direttore tecnico di cantiere e del capocantiere;
  • il numero e le relative qualifiche dei lavoratori dipendenti dell'impresa esecutrice e dei lavoratori autonomi operanti per conto della stessa impresa;
  • le specifiche mansioni, inerenti la sicurezza, solte in cantiere da ogni figura nominata allo scopo dall'impresa esecutrice;
  • la descrizione dell'attività di cantiere, delle modalità organizzative e dei turni di lavoro;
  • l'elenco dei ponteggi, dei ponti su ruote a torre e di altre opere provvisionali di notevole importanza, delle macchine e degli impinati utilizzati nel cantiere;
  • l'elenco delle sostanze e preparati pericolosi utilizzati nel cantiere con relative Schede di Sicurezza (S.D.S.);
  • l'esito del rapporto di valutazione del rumore;
  • l'individuazione delle misure preventive e protettive, integrative rispetto a quelle contenute del Piano di Sicurezza e Coordinamento (P.S.C.) quando previsto, adottate in relazione ai rischi connessi alle proprie lavorazioni di cantiere;
  • le procedure complementari e di dettaglio rischieste dal Piano di Sicurezza e Coordinamento (P.S.C.);
  • l'elenco dei Dispositivi di Protezione Individuale (D.P.I.) forniti ai lavoratori occupati in cantiere;
  • la documentazione in merito all'informazione e alla formazione fornite ai lavoratori occupati in cantiere.

 

 PER RICHIEDERE INFORMAZIONI SU COSTI E DETTAGLI DEL SERVIZIO CONTATTACI NELLA SEZIONE "PREVENTIVO"

Consulenze Tecniche di Parte (C.T.P.)

Sabato, 17 Dicembre 2011 18:24

CHE COS'E'?

La Consulenza Tecnica di Parte è utilizzate nelle vertenze giudiziali e stragiudiziali a supporto dell'avvocato nella difesa degli interessi del cliente.

 

CHI E' IL C.T.P.?

Il Consulente Tecnico di Parte (C.T.P.) è un professionista esperto nella materia.

 

COME SI FA?

Il Tecnico di Parte, dopo aver raccolto notizie ed effettuato verifiche, esprime un parere attraverso l'elaborazione di una relazione tecnica volta a spiegare all’Avvocato del suo cliente ed al Consulente Tecnico d’Ufficio (C.T.U.) le motivazioni per le quali il proprio cliente ha agito in un determinato modo o ha eseguito determinate azioni.

 

CHI E' IL C.T.U.?

Il Consulente Tecnico d'Ufficio (C.T.U.) è un professionista esperto in materia che aiuta il Giudice nell'epletamento delle proprie funzioni.

 


 

i nostri servizi

 

ACCERTAMENTO DELLE CAUSE

DIMOSTRAZIONE DEL NESSO CAUSALE

CONTRADDITTORIO IN AMBITO C.T.U.

ASSISTENZA RIVALSE VERSO TERZI E/O COMPAGNIE ASSICURATIVE

REDAZIONE PERIZIE TECNICHE

REDAZIONE DI PERIZIE DI STIMA

 

Affidati ai nostri consulenti per avere un supporto tecnico peritale sulle cause, le responsabilità e la stima di tutti danni subiti in campo di salute e sicurezza sul lavoro.

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI SU COSTI E DETTAGLI DEL SERVIZIO CONTATTACI NELLA SEZIONE "PREVENTIVO"

UN NOSTRO TECNICO SPECIALIZZATO TI SEGUITA' LUNGO TUTTO L'ITER DI VALUTAZIONE GARANTENDOTI AFFIDABILITA’, COMPETENZA E QUALITA’ DEL SERVIZIO

BS OHSAS 18001:2007

Mercoledì, 14 Dicembre 2011 17:14

La norma BS OHSAS 18001:2007 è una norma volontaria, e quindi non obbligatoria, alla quale le aziende decidono di adervirvi per certificare la propria attività sulla base di quanto stabilito in essa.

 


VANTAGGI

Il principale vantaggio di adottare la norma OHSAS 18001 (Occupational Health and Safety Assessment Series) risiede nella sua completezza, consentendo di ridurre i costi della non sicurezza: 

  • diretti: riduzione della probabilità di accadimento degli infortuni e i costi che ne conseguono
  • indiretti: riduzione del tasso di tariffa (MAT) congiunta con il meccanismo bonus-malus, determinando uno sconto complessivo del 35-49% dei premi assicurativi I.N.A.I.L.

Un ulteriore vantaggio nella sua adozione, inoltre, risiede nel fatto che si tratta di una norma sempre più recepita dalle organizzazioni aziendali italiane e riconosiuta dal nostro impianto normativo che, ai sensi dell'art. 30, c. 1, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., ha efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazini anche prive di responsabilità giuridica (d.lgs. n. 231/2001).

Giunta alla sua seconda pubblicazione, a differenza della precedente edizione del 1999, l'attuale configurazione consente di creare un sistema di gestione integrato sicurezza e ambiente, poiché costruita in modo da raccordarsi con la UNI EN ISO 14001 (requisiti per creare un sistema di gestione ambientale).

CONTENUTI

I punti qualificanti che la norma OHSAS 18001:2007 richiede di implementare sono i seguenti:

Pianificazione degli obiettivi di miglioramento: definire obiettivi quantificati e scadenzati

Partecipazione, consultazione e cominicazione: mettere in atto sistemi che ne promuovino la diffusione e crescita, conriguardo a dipendenti, appaltatori e visitarori

Formazione e consapevolezza: con particolare riguardo alla pianificazione ed efficacia

Controllo operativo: identificazione e pianificazione di tutto quanto coinvolga aspetti di sicurezza (procedure e istruzioni necessarie laddove la loro mancanza comporterebbe dei rischi)

Misure di controllo: verifiche ispettive, Audit interni ecc.

Analisi dei rischi: con uno schema logico e approfondito per identificare, analizzare e valutare ciascun rischio e mettere in piedi quanto necessario per eliminare e, ove possibile, ridurre al minimo il rischio (in questo senso, ovviamente, anche il d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.)

Analisi degli incidenti e quasi incidenti: infortuni e mancati inforuni con ricerca della causa radice (root cause) e azioni correttive e preventive

Riesame della Direzione: monitoraggio del sistema e definizione dei margini di miglioramento dello stesso circoscrivendo ed eliminando le carenze

 

La norma OHSAS è pienamente compatibile anche con la UNI EN ISO 9001 (Sistema di Gestione per la Qualità), consentendo di sviluppare un sistema di gestione integrato QHSE (Quality, Health, Safety, Environment): Qualità (9001), Sicurezza (18001) e Ambiente (14001). 

 

Il servizio comprende:

  • Elaborazione del Manuale del Sistema di Gestione
  • Elaborazione e stesura delle procedure e della manualistica necessaria al fine di attuare il Sistema di Gestione
  • Formazione del personale sulle procedure e sulle misure da adottare per la corretta attuazione del Sistema di Gestione, nonché al fine di mantenerlo efficiente nel tempo, conformemente a quanto richiesto dalle norme tecniche
  • Coordinamento degli addetti al Sistema di Gestione
  • Coordinamento ed attuazione delle visite ispettive interne illimitate (audit di 1° parte)
  • Coordinamento ed attuazione delle visite esterne illimitate (audit di 2° parte)
  • Aggiornamento continuo delle procedure e della modulistica necessaria per il miglioramento del Sistema di Gestione
  • Assistenza durante le ispezioni da parte degli Organismi di Certificazione (audit di 3° parte)
 

 

RICHIEDI UN PREVENTIVO
  1. Per conoscere le tariffe dei nostri servizi compila il seguente form. Riceverai un preventivo gratuito e senza impegni.
  2. SERVIZI RICHIESTI
  3. Inserisci i servizi di cui necessiti(*)
    Descrivi brevemente di cosa hai bisogno e le tue necessità
  4. DATI DELL'AZIENDA
  5. NOME AZIENDA(*)
    Inseriscri la ragione sociale della tua azienda.
  6. ATTIVITA' AZIENDA(*)
    Inserisci l'attività della azienda. Sono ammesse solo lettere
  7. NUMERO DI DIPENDENTI(*)
    Inserisci il numero di dipendenti
  8. METRI QUADRI
    Invalid Input
  9. UBICAZIONE DELL'AZIENDA(*)
    Inserisci la città e la via dove si trova la tua azienda
    Città, via, n. civico
  10. PARTITA IVA(*)
    Inserisci la P. IVA
  11. REFERENTE
  12. NOME(*)
    Inserisci il tuo nome completo. Sono ammessi solo caratteri alfabetici.
  13. COGNOME(*)
    Sono ammessi solo caratteri alfabetici
  14. E-MAIL(*)
    Indirizzo e-mail non valido (esempio@tuamail.it)
  15. TELEFONO(*)
    Sono ammessi solo caratteri numerici
  16. Preferenze di contatto
  17. PRIVACY(*)
    Devi accettare le condizioni sulla privacy. Le trovi in basso al form
  18. Inserisci i caratteri nell'immagine
  19.   
  20. I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori

LAVORI USURANTI

Lunedì, 23 Maggio 2011 02:00

“Accesso anticipato al pensionamento per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti”

Con l’emanazione del d.lgs. 21 aprile, n. 67, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 108 del 11 maggio 2011, sono definiti i criteri per accedere al pensionamento anticipato per i lavoratori che svolgono attività faticose e pesanti.

Possono richiedere il pensionamento anticipato i lavoratori che, fermi restando il requisito di anzianità contributiva non inferiore a 35 anni e il regime di decorrenza del pensionamento vigente al momento della maturazione dei requisiti agevolati:

  • lavorano in galleria, cava o miniera;
  • lavorano nelle cave di materiale di pietra e ornamentale;
  • lavorano nelle gallerie;
  • lavorano in cassoni ad aria compressa;
  • lavorano come palombari;
  • lavorano ad alte temperature (es. fonderie);
  • lavorano con il vetro cavo;
  • lavorano in spazi ristretti (es. costruzione, riparazione e manutenzione navale);
  • lavorano con l’amianto (es. asportazione dell’amianto);
  • lavorano di notte per un periodo:
    • non inferiore a 6 ore per 78 giorni all’anno per coloro che maturano i requisiti per l’accesso anticipato nel periodo compreso tra il 1° luglio 2008 e il 30 giugno 2009;
    • non inferiore a 6 ore per 64 giorni all’anno per coloro che maturano i requisiti per l’accesso anticipato dal 1° luglio 2009;
    • di 3 ore tra la mezzanotte e le 5 del mattino, per l’intero anno lavorativo;
  • lavorano in una catena di montaggio (con esclusione degli addetti a lavorazioni collaterali a linee di produzione, alla manutenzione, al rifornimento materiali, ad attività di regolazione o controllo computerizzato delle linee di produzione e al controllo di qualità)
  • lavorano in qualità di conducenti di veicoli di capienza complessiva non inferiore a 9 posti e adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

Il beneficio pensionistico è consentito ai lavoratori che, ai sensi del c. 2, art. 1, abbiano svolto una o più delle succitate attività per un periodo di tempo pari ad almeno:

  • 7 anni, compreso l’anno di maturazione dei requisiti, negli ultimi 10 anni di attività lavorativa, per le pensioni aventi decorrenza entro il 31 dicembre 2017;
  • la metà della vita lavorativa complessiva, per le pensioni aventi decorrenza dal 1° gennaio 2018.

(Vittorio Sasso)

 

DECRETO 11 APRILE 2011

Venerdì, 29 Aprile 2011 02:00

“Disciplina delle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche di cui all'All. VII del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, nonché i criteri per l'abilitazione dei soggetti di cui all'articolo 71, comma 13, del medesimo decreto legislativo”

I l decreto 11 aprile 2011, pubblicato in data odierna sulla Gazzetta Ufficiale, entra in vigore il 28 luglio di quest’anno, fatta eccezione per l’allegato III che è già efficace dal 12 aprile 2011. Il decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, oltre definire le responsabilità e le modalità per le verifiche periodiche, delle quali negli artt. 1, 2, 3, 4, 5, e 6, disciplina nei quattro allegati quanto segue:

  • Allegato I: «Criteri di abilitazione dei soggetti pubblici o privati per poter effettuare le verifiche di cui all’articolo 71, comma 11, del decreto legislativo n. 81/2008»;
  • Allegato II: «Modalità di effettuazione delle verifiche periodiche»;
  • Allegato III: «Modalità per l’abilitazione, il controllo e il monitoraggio dei soggetti di cui all’allegato I»;
  • Allegato IV: «Schede».
Ai sensi dell'art. 71, commi 11 e 12, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., infatti, il datore di lavoro deve sottoporre le attrezzature di lavoro riportate nell’allegato VII a verifiche periodiche volte a valutarne l’effettivo stato di conservazione e di efficienza ai fini di sicurezza, con la frequenza indicata nel medesimo allegato. L’I.N.A.I.L. (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) è titolare della prima delle verifiche periodiche da eseguirsi entro sessanta giorni dalla richiesta; il datore di lavoro, decorso inutilmente tale periodo, può avvalersi delle A.S.L. (Azienda Sanitaria Locale) e di soggetti pubblici o privati abilitati con le modalità di cui al c. 13 del succitati articolo. Le A.S.L., invece, sono titolari delle verifiche periodiche successive alla prima che devono essere eseguite entro trenta giorni dalla richiesta; allo stesso modo, decorso inutilmente periodo, il datore di lavoro può avvalersi degli stessi soggetti indicati per la prima verifica e con le stesse modalità. Si evidenzia che i succitati soggetti privati abilitati operano all’interno di un regime pubblico, acquistando la qualifica d’incaricati di pubblico servizio e rispondendo direttamente alla struttura pubblica titolare della funzione.
Nell’allegato VII del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i. «Verifiche di attrezzature» è inserita una tabella indicante la tipologia di attrezzature e la periodicità della verifica alla quale devono essere sottoposte.
Le modalità di effettuazione delle verifiche periodiche si applicano alle tipologie di attrezzature di lavoro elencate nell’allegato VII del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., secondo una specifica suddivisione in gruppi di cui all’allegato II del decreto 11 aprile.

(Vittorio Sasso)

 

HOME

Giovedì, 20 Ottobre 2011 19:11

HOME

UNI EN ISO 14001:2004

Martedì, 12 Luglio 2011 12:23

La UNI EN ISO 14001, "Sistemi di gestione ambientale - Requisiti e guida per l'uso", è lo standard europeo ed internazionale di riferimento principale e costituisce il fondamento per la certificazione del Sistema di Gestione Ambientale.

 


 

Redatta in modo tale da essere appropriata per organizzazioni di ogni dimensione e tipo, la norma tecnica 14001:2004 permette di formulare una politica ambientale, definire obiettivi, mantenere la conformità legislativa tenendo conto delle informazioni riguardanti gli aspetti ambientali.

Tale norma ha lo scopo di fornire una guida pratica per:

  • Creare e/o perfezionare un Sistema di Gestione ambientale
  • Fornire i mezzi necesari per valutare gli aspetti specifici del Sistema di Gestione e verificarne la l'efficacia, nonché l'efficienza (audit)
  • Fornire mezzi consistenti ed attendibili per dare informazioni sugli aspetti ambientali dei prodotti

 

La norma UNI EN ISO 14001:2004 è pienamente compatibile con la UNI EN ISO 9001:2008 e la BS OHSAS 18001:2007, consentendo di sviluppare un sistema di gestione integrato QHSE (Quality, Health, Safety, Environment): Qualità (9001), Sicurezza (18001) e Ambiente (14001)

  

Il servizio comprende:

  • Elaborazione del Manuale del Sistema di Gestione
  • Elaborazione e stesura delle procedure e della manualistica necessaria al fine di attuare il Sistema di Gestione
  • Formazione del personale sulle procedure e sulle misure da adottare per la corretta attuazione del Sistema di Gestione, nonché al fine di mantenerlo efficiente nel tempo, conformemente a quanto richiesto dalle norme tecniche
  • Coordinamento degli addetti al Sistema di Gestione
  • Coordinamento ed attuazione delle visite ispettive interne illimitate (audit di 1° parte)
  • Coordinamento ed attuazione delle visite esterne illimitate (audit di 2° parte)
  • Aggiornamento continuo delle procedure e della modulistica necessaria per il miglioramento del Sistema di Gestione
  • Assistenza durante le ispezioni da parte degli Organismi di Certificazione (audit di 3° parte)
 

 

RICHIEDI UN PREVENTIVO
  1. Per conoscere le tariffe dei nostri servizi compila il seguente form. Riceverai un preventivo gratuito e senza impegni.
  2. SERVIZI RICHIESTI
  3. Inserisci i servizi di cui necessiti(*)
    Descrivi brevemente di cosa hai bisogno e le tue necessità
  4. DATI DELL'AZIENDA
  5. NOME AZIENDA(*)
    Inseriscri la ragione sociale della tua azienda.
  6. ATTIVITA' AZIENDA(*)
    Inserisci l'attività della azienda. Sono ammesse solo lettere
  7. NUMERO DI DIPENDENTI(*)
    Inserisci il numero di dipendenti
  8. METRI QUADRI
    Invalid Input
  9. UBICAZIONE DELL'AZIENDA(*)
    Inserisci la città e la via dove si trova la tua azienda
    Città, via, n. civico
  10. PARTITA IVA(*)
    Inserisci la P. IVA
  11. REFERENTE
  12. NOME(*)
    Inserisci il tuo nome completo. Sono ammessi solo caratteri alfabetici.
  13. COGNOME(*)
    Sono ammessi solo caratteri alfabetici
  14. E-MAIL(*)
    Indirizzo e-mail non valido (esempio@tuamail.it)
  15. TELEFONO(*)
    Sono ammessi solo caratteri numerici
  16. Preferenze di contatto
  17. PRIVACY(*)
    Devi accettare le condizioni sulla privacy. Le trovi in basso al form
  18. Inserisci i caratteri nell'immagine
  19.   
  20. I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori

DVR: Documento di Valutazione dei Rischi

Martedì, 12 Luglio 2011 11:24

La valutazione dei rischi e la conseguente elaborazione del D.V.R. è un obbligo non delegabile del datore di lavoro ed è mirato ad individuare, nonché registrare, tutti i rischi per la salute e la sicurezza presenti nella propria azienda, a cui sono esposti i lavoratori. Individuare i rischi e, quindi, individuare le potenziali cause di infortuni e di malattie professionali, al fine di definire e programmare idonee misure atte ad eliminare tali rischi o quantomeno a gestirli al meglio, è una attività che richiede un notevole impegno aziendale che interessa tutti i soggetti del sistema di prevenzione.

Il D.V.R. registra l’organizzazione che il Datore di Lavoro ha predisposto per controllare l’efficacia e l’efficienza del processo di prevenzione dei danni alla salute, in modo da poter intervenire tempestivamente per modificare ed adeguare tutte le misure (strumentali ed organizzative) predisposte, secondo il metodo della revisione periodica programmata e del miglioramento continuo.

Il D.V.R. deve essere predisposto dal Datore di Lavoro su misura della sua specifica Azienda, cioè, deve indicare criteri e metodi adottati per l’analisi di ogni tipologia di rischio, contestualizzando tale analisi alle fasi di lavorazione, alle mansioni ed ai lavoratori esposti ai rischi; deve considerare i rischi specifici per le lavoratrici e i lavoratori; deve contenere riferimenti alle specifiche valutazioni previste dalle norme (quali ad esempio agenti chimici; agenti cancerogeni e mutageni, rischio incendio), in rapporto anche ad eventuali disposizioni contenute nella relazione sanitaria redatta dal medico competente.

Il Documento relativo alla Valutazione dei Rischi è elaborato con il contributo delle diverse componenti presenti in azienda (R.S.P.P., R.L.S., Medico Competente) e riporta quanto è stato intrapreso o viene programmato al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Esso, pertanto, dovrà essere chiaro ed esaustivo, rappresentando una descrizione esatta della situazione aziendale e chiarendo le tappe del programma di prevenzione pianificato.

 

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI SU COSTI E DETTAGLI DEL SERVIZIO CONTATTACI NELLA SEZIONE "PREVENTIVO"

SAREMO LIETI DI SODDISFARE OGNI TUA ESIGENZA

CONTROLLA SEMPRE LE NOSTRE PROMOZIONI PUBBLICATE NELLA SEZIONE DEDICATA

POTRESTI TROVARE QUELLA CHE FA A CASO TUO!

La realizzazione del Documento Unico per la Valutazione Rischi da Interferenze (più conosciuto con l'acronimo D.U.V.R.I.) è un obbligo in materia di sicurezza del lavoro introdotto dall'art. 26 del Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro (d.lgs. n. 81/08) che ha codificato in un unico testo quanto disposto da varie normative, riprendendo quanto disposto nell'art. 7 dell'ex d.lgs. n. 626/94, sostituendolo.


Origine del DUVRI

La denominazione D.U.V.R.I., non inserita nel citato Testo Unico, ma divenuta ormai d'uso comune, deriva dalla determinazione n. 3/2008 dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture, pubblicata sulla G.U. n. 64 del 15 marzo 2008, recante norme sulla sicurezza nell'esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture, sulla predisposizione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi e sulla determinazione dei costi della sicurezza.

Contenuto

Il D.U.V.R.I. deve essere elaborato qualora un'impresa esterna intervenga nell'unità produttiva per effettuare lavori non soggetti all'obbligo di stesura del Piano di Sicurezza e Coordinamento (P.S.C.), in conformità a quanto disposto dall'art. 26 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i., ove recita:

Il datore di lavoro committente promuove la cooperazione ed il coordinamento di cui al comma 2, elaborando un unico documento di valutazione dei rischi che indichi le misure adottate per eliminare o, ove ciò non è possibile, ridurre al minimo i rischi da interferenze.

art. 26, comma 3 del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.

La redazione di tale documento, quindi, è onere dell'azienda committente, sia essa pubblica o privata; quest'ultima è tenuta a contattare l'azienda appaltatrice che deve, prima di iniziare l'attività, prendere visione dei rischi riportati sul D.U.V.R.I. e riconsegnarlo al committente sottoscritto per accettazione.

Finalità del D.U.V.R.I.

I principali scopi del DUVRI, sono:

  • valutare i rischi derivanti dalle interferenze reciproche dovuti alle due diverse attività;
  • indicare le misure adottate per eliminare i rischi da interferenza;
  • indicare le misure adottate per ridurre al minimo i rischi non eliminabili;
  • verificare che le maestranze incaricate dei lavori siano in possesso dei requisiti tecnici adeguati;
  • accertare che le maestranze incaricate dei lavori siano in regola con le posizioni assicurative I.N.A.I.L.;
  • è strumento per individuare i costi della sicurezza.

Sono esclusi dal campo di applicazione solo gli interventi esterni configurabili come prestazioni intellettuali e le semplici attivita di consegna di merce o beni, nonché per i lavori che non richiedano più di 2 giorni. Il D.U.V.R.I. deve essere allegato al contratto d'appalto o d'opera ed indicare i costi della sicurezza anche quando essi siano pari a zero.

 

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI  SU COSTI E DETTAGLI DEL SERVIZIO CONTATTACI NELLA SEZIONE "PREVENTIVO"

Piano di Sicurezza e Coordinamento

Martedì, 12 Luglio 2011 11:17

Il Piano di Sicurezza e Coordinamento (P.S.C.) è il documento che il coordinatore per la progettazione o esecuzione dell'opera, su incarico del committente, deve redigere prima di iniziare le attività lavorative in un cantiere.

 


 

Obiettivi

Obiettivo del P.S.C. è di descrivere le fasi operative che saranno eseguite nel cantiere, individuare tutte le eventuali fasi critiche del processo e  prescrivere tutte le azioni atte a prevenire o ridurre i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori.

Contenuti Minimi

1Cotenuti minimi

  1. l'identificazione e la descrizione dell'opera, esplicitata con:
    • indirizzo del cantiere
    • descrizione del contesto in cui è collocata l'area di cantiere
    • descrizione sintetica dell'opera, con particolare riferimento alle scelte progettuali, architettoniche, strutturali e tecnologiche.
  2. individuazione dei soggetti con compiti di sicurezza, esplicitata con l'indicazione dei nominativi dei responsabili dei lavori, del coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione e, qualora già nominato, del coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione ed a cura dello stesso coordinatore per l'esecuzione con l'indicazione, prima dell'inizio dei singoli lavori, dei nominativi dei datori di lavoro delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi;
  3. una relazione concernente l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi concreti, con riferimento all’area ed alla organizzazione del cantiere, alle lavorazioni ed alle loro interferenze;
  4. le scelte progettuali ed organizzative, le procedure, le misure preventive e protettive, in riferimento:
    • all'area di cantiere;
    • all'organizzazione del cantiere;
    • alle lavorazioni;
  5. le prescrizioni operative, le misure preventive e protettive ed i dispositivi di protezione individuale, in riferimento alle interferenze tra le lavorazioni
  6. le misure di coordinamento relative all'uso comune da parte di più imprese e lavoratori autonomi, come scelta di pianificazione lavori finalizzata alla sicurezza, di apprestamenti, attrezzature, infrastrutture, mezzi e servizi di protezione collettiva
  7. le modalità organizzative della cooperazione e del coordinamento, nonché della reciproca informazione, fra i datori di lavoro e tra questi ed i lavoratori autonomi;
  8. l'organizzazione prevista per il servizio di pronto soccorso, antincendio ed evacuazione dei lavoratori, nel caso in cui il servizio di gestione delle emergenze è di tipo comune, nonché nel caso previsto nel c. 4, art. 94, del d.lgs. n. 81/08 e s.m.i.; il P.S.C. contiene anche i riferimenti telefonici delle strutture previste sul territorio al servizio del pronto soccorso e della prevenzione incendi;
  9. la durata prevista delle lavorazioni, delle fasi di lavoro e, quando la complessità dell'opera lo richieda, delle sottofasi di lavoro, che costituiscono il cronoprogramma dei lavori, nonché l'entità presunta del cantiere espressa in uomini-giorno;
  10. la stima dei costi della sicurezza.

2Il coordinatore per la progettazione indica nel P.S.C., ove la particolarità delle lavorazioni lo richieda, il tipo di procedure complementari e di dettaglio al P.S.C. stesso e connesse alle scelte autonome dell'impresa esecutrice, da esplicitare nel Piano Operativo di Sicurezza (P.O.S.)

3Il P.S.C. é corredato da tavole esplicative di progetto, relative agli aspetti della sicurezza, comprendenti almeno una planimetria e, ove la particolarità dell'opera lo richieda, un profilo altimetrico e una breve descrizione delle caratteristiche idrogeologiche del terreno o il rinvio a specifica relazione se già redatta

4L'elenco indicativo e non esauriente degli elementi essenziali utili alla definizione dei contenuti del P.S.C.

 

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI SU COSTI E DETTAGLI DEL SEVIZIO CONTATTACI NELLA SEZIONE "PREVENTIVO"

SAREMO LIETI DI SODDISFARE OGNI TUA ESIGENZA

CONTROLLA SEMPRE LE NOSTRE PROMOZIONI PUBBLICATE NELLA SEZIONE DEDICATA

POTRESTI TROVARE QUELLA CHE FA A CASO TUO!

L.AND S. del Dott. Vittorio Sasso (c) 2011-2014. Tutti i diritti riservati

Su Versione Desktop